Un articolo a caso


Il vento racconta: la lettura di Lucrezia Lante della Rovere

 

 
Scheda del libro
 

Il nostro voto
 
 
 
 
 
/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 


In sintesi

[nggallery id=13] Seguendo questa rubrica, vi sarà capitato di leggere la mia recensione al libro Il vento racconta di Alessandra Corsini. Recensione più che positiva naturalmente perché, così come ho scritto in quell’occasione, l’autrice ci invita attraverso i suoi racconti, in modo davvero efficace e inconsueto, a dedicarci ancora all’antica e intramontabile arte del sogno, […]

0
pubblicato sabato, 27 dicembre 2008 da

 
La nostra recensione
 
 

[nggallery id=13]

Seguendo questa rubrica, vi sarà capitato di leggere la mia recensione al libro Il vento racconta di Alessandra Corsini. Recensione più che positiva naturalmente perché, così come ho scritto in quell’occasione,

l’autrice ci invita attraverso i suoi racconti, in modo davvero efficace e inconsueto, a dedicarci ancora all’antica e intramontabile arte del sogno, tramandataci da madri e nonne e necessaria ai nostri figli perché siano accompagnati nel loro cammino da quel giusto tocco di magia che rende il passo più leggero.

A proposito di questo libro, ho partecipato alla serata a lui dedicata che si è svolta nella libreria Bibli di Trastevere a Roma, mercoledì 17 dicembre, e che si è rivelata davvero piacevole. Dopo un’introduzione degna di nota della giornalista Monica Maggi, è intervenuta Camilla Costanzo, sceneggiatrice, regista e scrittrice, a raccontarci le sue impressioni su questa delicata e originale raccolta, il tutto intervallato da qualche intervento dell’autrice, del pubblico e dalle musiche del pianista Marcello Appignani. Ma, ad un certo punto della presentazione, ciò che mi ha lasciata piacevolmente sorpresa è stata la lettura di brani tratti dal libro, fatta da Lucrezia Lante Della Rovere, che di questo volume ha curato la prefazione. Non si è trattato di una semplice lettura, credetemi, ma di una vera e propria avvincente interpretazione, ed è stato come se i personaggi partoriti dalla fantasia di Alessandra, quasi prendessero vita attraverso quella voce, quella gestualità, quella mimica facciale, e si aggirassero tra il pubblico silenzioso e rapito. Io, come vi ho detto, conoscevo bene quei racconti brevi, tuttavia pareva quasi come se li scoprissi per la prima volta! Lucrezia, ad un certo punto, si è addirittura commossa, ha lasciato il microfono chiedendo una piccola pausa ed ha raggiunto il tavolo in cui, le quattro donne compresa lei, formavano un piccolo gruppo affiatato che il pubblico in sala ha mostrato di gradire e apprezzare.

Ho potuto constatare che in tanti hanno acquistato più di una copia de Il vento racconta, desiderosi di regalarlo a figli e nipoti, ma anche a quei genitori che non hanno dimenticato quanto possa rendere più sereni e leggeri la lettura di una fiaba.


Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, sta lavorando a un romanzo e ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.


0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!

(richiesto)