4
pubblicato giovedì, 6 maggio 2010 da Susanna Trossero in Zibaldone
 
 

Le cinque libertà fondamentali degli animali domestici e di allevamento

Le cinque libertà fondamentali degli animali domestici e di allevamento

Le cinque libertà fondamentali degli animali domestici e di allevamento

Proseguono le discussioni animate sulla caccia, argomento che vede scendere in campo coloro che abbracciano le doppiette, gli ambientalisti, i politici pro e contro, le regioni, la gente comune… si propone, si boccia, si raggiungono compromessi che vedono tutti insoddisfatti allo stesso modo, e intanto continuano ad essere messe a repentaglio tutte quelle specie di uccelli oramai in via d’estinzione.

Se l’estinzione di massa più recente – e più naturale – è avvenuta circa 65 milioni di anni fa ed ha cancellato dalla faccia della terra i dinosauri, ad oggi si può dire senza pericolo di smentita che lo scempio successivo è stato sempre e comunque operato dall’uomo. La CITES (convenzione internazionale sul commercio di fauna e flora) vigila sulle razze in estinzione, ma non riesce ahimè a bloccare o frenare per esempio il mercato clandestino di animali vivi e di prodotti. E loro, gli animali, come si difendono? A volte in modi a dir poco stupefacenti… Sapete che per sfuggire ai bracconieri, alcune razze di elefanti africani, indiani e cinesi, hanno addirittura adottato un’arma genetica? Parte degli esemplari possiede adesso un gene che previene lo sviluppo delle zanne! Considerato che le zanne più lunghe sono le più ricercate dai commercianti d’avorio, un ancora esiguo numero di elefanti sta trovando finalmente il modo di sfuggire a questa atroce fine. Trovo commoventi questi miracoli adottati dalla natura… Scienziati di fama internazionale hanno dimostrato come gli animali provino angoscia, depressione e stress al punto di ammalarsi, e pensate che da noi, soltanto prima del 2004 (ovvero ieri!!!) il codice civile ancora giudicava i comportamenti lesivi verso gli animali, punibili solo se lesivi per l’opinione pubblica. Non lo trovate sconvolgente?

In Italia, ancora oggi 45 mila animali sono sacrificati per testare creme, 250 mila sono soggetti da pelliccia, 900 mila sono tenuti nei laboratori… Un dato significativo? Solo nel 2013, in Italia, saranno vietate le gabbie di gestazione per le scrofe gravide (per 16 settimane sono chiuse in gabbie le cui inferriate sono aderenti al corpo, su misura. Impossibile qualsiasi movimento per oltre 4 mesi!), già abolite da tempo dagli inglesi e in Svezia. Noi siamo sempre gli ultimi, e non ce ne vergogniamo abbastanza, ma compriamo i vestitini in tessuto scozzese ai nostri cagnolini…

Singolarmente, nel nostro piccolo, potremmo intanto ricordare sempre e ricordare a tutti, ciò che nel 1992 la Farm Animal Welfare Council ha pronunciato, ovvero le 5 libertà fondamentali degli animali domestici e di allevamento.

Le 5 libertà fondamentali degli animali domestici e di allevamento

  • 1. Libertà dalla fame, dalla sete e dalla malnutrizione
  • 2. Dalla costrizione di vivere in ambiente disagevole
  • 3. Dal dolore, dalle lesioni, dalle malattie
  • 4. Di esprimere un comportamento normale
  • 5. Libertà dalla paura…

Foto | Pixabay




Susanna Trossero

 

Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.