Un articolo a caso


“L’angelo della porta accanto” alla Libreria Rinascita Ostiense di Roma

 

 
Scheda del libro
 

Il nostro voto
 
 
 
 
 
/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 


In sintesi

Il 12 maggio si è tenuta presso la Libreria Rinascita Ostiense, a Roma, la presentazione del libroL’angelo della porta accanto di Susanna Trossero e Sandro Ghiani. Relatore, anzi, oserei dire “mattatore” della serata è stato Salvatore Spoto, giornalista e scrittore. L’incontro è stato aperto da Salvatore Spoto, che ha raccontato di aver letto il libro […]

0
pubblicato martedì, 18 maggio 2010 da

 
La nostra recensione
 
 

Il 12 maggio si è tenuta presso la Libreria Rinascita Ostiense, a Roma, la presentazione del libroL’angelo della porta accanto di Susanna Trossero e Sandro Ghiani. Relatore, anzi, oserei dire “mattatore” della serata è stato Salvatore Spoto, giornalista e scrittore.

L’incontro è stato aperto da Salvatore Spoto, che ha raccontato di aver letto il libro non solo una volta ma almeno tre/quattro volte, per quanto gli è piaciuto e per la pace che questo gli ha trasmesso. Insomma, continuando il suo discorso, Spoto ha fatto capire che L’angelo della porta accanto” non è solo un libro di quattro racconti che, sì, si leggono volentieri perché scritti bene, ma è anche un testo terapeutico. Leggendo tra le righe, e senza nemmeno dover cercare molto, si capisce molto sull’animo umano, su noi stessi. Si può dire che aiuti a prendere fiducia in noi stessi.

L’Angelo, continua Spoto, non è un’entità soprannaturale, non va ricercato da qualche parte, non dobbiamo aspettare che ci appaia davanti all’improvviso… l’Angelo è dentro ognuno di noi.

Questo lo conferma anche Sandro Ghiani, che incalzato dalle domande gentili ma precise di Spoto, timidamente racconta ai presenti la sua storia, anzi, la storia de L’angelo della porta accanto. Veniamo così a sapere che tutto ha origine in un periodo poco felice di Ghiani, quando tutto sembrava andare nel verso sbagliato, nulla e nessuno che lo potesse aiutare, ma… Una notte in sogno gli appare la nonna – potremmo dire il suo angelo – che lo incoraggia, gli dice che lei lo può aiutare a patto che lui ogni tanto si ricordi di lei nelle sue preghiere.

Da quella notte la vita di Ghiani cambia. Potremmo dire che la ruota ricomincia a girare. E la nonna, come promesso, lo aiuta. Come? Regalando a Sandro quattro storie. Lui le annota, ma non sa bene come utilizzarle, ed è allora che entra in gioco anche Susanna Trossero, l’amica scrittrice.

La Trossero racconta quindi di come, quelle storie raccontate in sogno dalla nonna a Sandro, diventino poi i quattro racconti de L’angelo della porta accanto. Sandro racconta a Susanna le storie, assieme discutono, elaborano, inseriscono parti di raccordo, creano delle storie che possano arrivare al lettore, e magari, riuscire anche a lasciare un segno, a far riflettere. Ecco, così nasce L’angelo della porta accanto.

La conduzione di Salvatore Spoto coinvolge il pubblico, che lo ascolta con molto interesse e alla fine interagisce con lui e con i due autori, trasformando la presentazione in un piacevole ritrovo di amici che discutono di angeli, amicizia e buoni sentimenti.

Foto | Luigi Milani


Chiara Perseghin

 
Chiara Perseghin, nata a Padova, vive e lavora a Roma ormai da molti anni. L’amore per la lettura l’ha portata qualche anno fa ad aprire un blog letterario e ora si ritrova a scrivere su vari siti e riviste che parlano di libri. È autrice di diversi racconti pubblicati su antologie collettive. Addetta stampa di alcune case editrici, lavora in Rai da molti anni.


0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!

(richiesto)