0
Posted venerdì, 10 dicembre 2010 by Francesco Tassiello in Zibaldone
 
 

La gelosia


Parlare di innamoramento, amore e sessualità in senso teorico è abbastanza semplice, se non facile; ma tra il dire ed il fare… Dobbiamo considerare che la relazione e la storia di una coppia si esprime e si evolve in un contesto temporale ed ambientale con caratteristiche che più spesso complicano invece che facilitare il rapporto di coppia.

Nella preparazione al matrimonio, “imposta” dalla Chiesa a chi vuole la benedizione canonica, uno dei suggerimenti è quello di abitare a debita distanza dai rispettivi genitori. L’esperienza insegna che ci sono le “suocere” con i luoghi comuni e le battute facili.

Nella evoluzione della storia di ciascuna coppia si assiste con frequenza stupefacente alla perdita dell’entusiasmo del periodo del fidanzamento, con conseguenze nefaste per l’armonia della vita di coppia. È un malessere che ha radici negli stessi motivi che hanno cementato la relazione d’amore, che viene destabilizzata dalle crisi e dallo stress del quotidiano.

Ancora un esempio di stress ambientale viene da un intrigante brano tratto da Enzo Biagi:

…Certe responsabilità sono attribuite anche agli architetti che, decentrando dei quartieri satelliti, tra gli alberi e i giardini, tante amene casette, hanno costretto molte mogli a vivere in solitudine e a vedersi con il marito soltanto la sera. Uno psicologo di Gottinga le ha chiamate “le vedove verdi”; ebbene, poiché la giornata è lunga e la carne è debole, pare che non poche, vittime della nevrosi, siano cadute sotto le lusinghe del lattaio o dell’esattore del gas, di quei maschi che si facevano vivi, insomma, con una prevedibile assiduità …

Ma, che cos’è il mal d’amore e perché ci si ammala? Cioè la gelosia è la nostra domanda iniziale, sostenuta da una signora, che chiameremo Lara in onore di Pasternak, la quale ci pone questo interrogativo, provocata dal tema trattato in precedenza.

Dell’amore, come fonte stessa della vita e come essenza dell’oblatività, hanno scritto illustri poeti e filosofi, ed in parte ne abbiamo parlato; quindi sulla base della definizione dell’Amore come negazione della morte e quindi bellezza della vita, pensiamo che il mal d’amore contenga in sé il seme della morte, pensando alla morte simbolica della coppia.

Una prima forma di malessere può derivare dall’attaccamento appassionato fra un uomo e una donna, noto come amore romantico, che può dar luogo all’estasi più profonda, ma che tuttavia se viene frustrato, può essere causa della più indicibile sofferenza. A fronte di tanta intensità, la natura di questo attaccamento è ancora poco compresa. Per chi associa il termine “romantico” a quello di “irrazionale”, l’amore romantico è una tempesta emozionale, uno sconvolgimento paragonabile a una nevrosi temporanea, quelle forme di nevrosi di cui fa cenno Enzo Biagi, dovute all’abbandono nel quotidiano, che spesso è prolungato quando si associa alle partite del fine settimana.

Alcuni autori hanno osservato che

“la gelosia si accompagna tanto a uno stato di dipendenza dal rapporto quanto a un sentimento personale di relativa inadeguatezza”.

Affermano ancora che:

“La gelosia nasce dal sentimento che noi abbiamo pochissimo da offrire, rispetto a qualcun altro”.

Per i sociobiologi la possessività sessuale è un imperativo categorico, ma il comportamento umano ha una sua tipicità molto più complessa: la maggior parte delle società studiate da Ford e Beach (1951) prevedevano qualche forma di “scambio di mogli”. Anche negli Stati Uniti, dove l’ideale romantico richiede la fedeltà assoluta, Kinsey, ha rilevato che il numero di uomini che affermavano di non sentirsi affatto turbati qualora le loro rispettive mogli avessero una storia con un altro era uguale a quello degli uomini che se ne dicevano sconvolti. Ma qui entriamo in un campo minato che richiede una guida ed un tempo altro.

Per queste ed altre domande è disponibile questa rubrica a cui risponde il sessuologo dottor Francesco Tassiello 06.98.52.852 – 392.97.53.748
E-mail

sito

Foto | mushin




Francesco Tassiello