1
pubblicato martedì, 18 ottobre 2011 da Graphe.it in I nostri libri
 
 

Africa, di Valerio Varesi: un racconto drammatico, realistico e dannatamente concreto


I racconti vengono spesso definiti, non da tutti, più facili di un romanzo, da leggere e da scrivere; ebbene, se fate parte di questa convinta maggioranza cambierete idea non appena vi dedicherete anima e mente a Africa di Valerio Varesi, Graphe.it edizioni. Nulla di ciò che viene abilmente descritto in queste brevi righe può venire definito facile.

Africa è un etiope immigrato in Italia, Kenenisa è il suo nome ma, probabilmente per comodità, l’appellativo Africa aiuta chi manca di fantasia; Kenenisa fa il camionista, fa quello che gli italiani non prendono più nemmeno in considerazione, guida, giorno e notte, d’estate e d’inverno, il tachigrafo è manomesso e così la legge è fregata, e anche la vita.

Kenenisa ha famiglia, una moglie e un figlio, che non vede mai, paga un affitto, di una casa che non usa, passa le ore della sua giovane vita cercando di rimanere sveglio per consegnare la merce in tempo, in tempo per il padrone.

Valerio Varesi riesce a descrivere la tremenda vita del camionista, lo stesso camionista che spesso e volentieri mandiamo a quel paese quando ci taglia la strada in autostrada, appoggiando lo sguardo anche sull’immigrazione, le condizioni dei lavoratori, le differenze tra razze, differenze presente anche in un lavoro massacrante come questo. Un racconto drammatico, realistico e dannatamente concreto, da leggere, soprattutto per chi desidera iniziare a dare un volto ai tanti immigrati che lavorano duramente e onestamente in questo paese, perché troppo spesso tendiamo a girarci dall’altra parte, invece di imparare ad indignarci.

recensione pubblicata in origine su Libri e Parole 








Potrebbe interessarti anche…

Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)