0
pubblicato sabato, 12 maggio 2012 da Susanna Trossero in I nostri libri
 
 

Quando il silenzio è complice


In questi giorni, a Roma, l’autore Roberto Fantini sta presentando il suo ultimo interessante libro intitolato Il cielo dentro di noi, il cui sottotitolo spiega efficacemente il tema trattato: Conversazioni sui Diritti Umani (sul mondo che c’è e su quello che verrà). Si tratta di una raccolta – edita dalla Graphe.it – composta di dialoghi che affrontano temi particolari quali l’antisemitismo, il genocidio ruandese, i campi di concentramento in Cina, la pena di morte e altre terribili realtà presenti e passate raccontate da chi le ha ben conosciute, studiate o vissute in prima persona.

Un libro che non possiede la leggerezza della narrativa, dunque, ma che resta addosso assieme a nuovi dubbi sulle nostre passate convinzioni o sui nostri punti di vista, e che ci spinge – senza domandarcelo prima – a riflettere e a metterci in discussione. Poiché tutto ciò che vi si trova non è soltanto passato: l’uomo possiede una strana indole che molto spesso lo rende ripetitivo nei suoi errori o nelle sue azioni poco nobili, dunque è bene non abbassare la guardia, così come ci esorta Riccardo Noury (portavoce della sezione italiana di Amnesty International) nella prefazione.

Roberto Fantini scrive, insegna, dipinge, e si occupa di educazione ai diritti umani all’interno di Amnesty, ma ciò che fa per noi lettori in questo libro, è aiutarci a capire cosa siamo stati, cosa non vogliamo più essere e chi invece vogliamo diventare. Perché questa è la strada migliore per la civiltà, quella vera, che non è fatta di progresso se non conosce il rispetto per i propri simili e la capacità di tendere una mano a chi è meno fortunato. Un libro che consiglio a chi nella lettura non cerca solo svago ma arricchimento morale e intellettuale, a chi ha il coraggio di ascoltare coloro che possiedono quello di raccontare.

A chi non vuole più essere partecipe di un silenzio complice.


Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, sta lavorando a un romanzo e ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.