0
pubblicato domenica, 12 agosto 2012 da Roberto Russo in Punti di vista
 
 

Olimpiadi 2012: l’importante è…


Si concludono oggi i Giochi della XXX Olimpiade. Fra qualche giorno, il 29 agosto, inizieranno i Giochi paralimpici che andranno avanti fino al 9 settembre.

In questa prima fase delle Olimpiadi lo spirito sportivo ha pervaso tutti e in molti si sono emozionati nel seguire i vari sport.

Al termine di quest’edizione delle Olimpiadi dell’era moderna potremo dire che “l’importante è partecipare, non è vincere”. Una bella frase, forse non condivisibile da tutti, attribuita al padre delle moderne Olimpiadi e cioè Pierre de Frédy, barone di Coubertin. Che però non l’ha mai detta, o almeno non così.

A pronunciarla, invece, fu un vescovo anglicano, Ethelbert Talbot che nel 1908, durante una celebrazione nella cattedrale londinese di San Paolo, affermò che “l’importante in queste Olimpiadi, non è di vincere, ma di partecipare”.

L’idea che il barone di Coubertin aveva dello sport era molto più agonistica: secondo lui, come nota il professor Antonio Lombardo, ordinario di storia dello sport dell’Università Tor Vergata di Roma,

lo sport va praticato con l’obiettivo della vittoria, ma la vittoria va ricercata con fair play, generosità, lealtà, senza violenza e sempre rispettando l’avversario.

E a dire il vero questa interpretazione mi sembra molto più interessante e dirompente, soprattutto se guardiamo al punto in cui sono giunti alcuni sport (uno a caso, il calcio) che di generosità e lealtà hanno ben poco (e, anche di cultura, se mi è concesso, visto che uno dei calciatori ritenuti più forti al mondo ha detto di non aver mai letto un libro in tutta la sua vita… )

Foto | DancesWithLight


Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.








Potrebbe interessarti anche…