0
pubblicato venerdì, 28 settembre 2012 da Graphe.it in Mondolibri
 
 

La bambina che contava le formiche, di Gabriella Ganugi


 Sono pronta, è venerdì, e martedì ho il rogito. Sono felice, posso partire, posso andare con le mie forze, posso costruirmi un mondo migliore, un microcosmo di armonia con me stessa, le mie cucine, la mia scuola, il mio orto nonna, la mia America.

Arriva un fax: «Siamo spiacenti di informarla che il finanziamento le è stato negato per ragioni tecniche».

Un colpo sordo, una botta in testa, una mazzata fra capo e collo, una martellata alle ginocchia. È così duro che mi fanno male i denti.

E adesso? Perché ora? Che cosa è successo? Chi vuole spegnermi il sorriso e schiacciami la testa? Io non sono una che ha avuto le cose facili, ho sempre studiato e lavorato, ho sempre avuto le spalle che bruciano la sera, ho sempre fatto il mio dovere e non ho mai alzato la testa con arroganza.

«Sa signora, forse qualcuno a cui lei dà fastidio».

A chi posso dare fastidio io?

***

Il libro (dal sito della casa editrice): Era una bambina solitaria Gabriella Ganugi, passava il tempo a contare le formiche nell’orto della nonna che odorava sempre di salvia. Quell’aroma inconfondibile, i suoi racconti di famiglia, il profumo della sua cucina così autentico e inconfondibile l’hanno sempre accompagnata in tutta la sua vita trasmettendole una forte passione per sapori, aromi e ricette. I colori e i profumi della ribollita, del pollo ai peperoni e cipolline, della parmigiana di melanzane e della torta di mele caramellate si mescolano e si confondono con i ricordi dell’infanzia, dell’alluvione di Firenze del 1966, del matrimonio, della separazione, di una nuova rinascita, rendendo speciale e unico ogni momento vissuto con intensità e convinzione. Un viaggio tra gli odori intensi e delicati della cucina, ma anche tra quelli aspri e sgradevoli di un’esistenza trascorsa tra insuccessi e difficoltà, fino a raggiungere il sogno di un salutare equilibrio combinando gli uni con gli altri. Un diario di ricette e di meditazioni per organizzare la dispensa, per dosare bene gli ingredienti, per scegliere tutti quei sapori che rendono più gustosa la vita.

Gabriella Ganugi
La bambina che contava le formiche. Meditazioni in cucina

Mursia, 2012
ISBN 978-88-425-4829-4
pp. 226, euro 16




Graphe.it

 

“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)