pubblicato martedì, 9 ottobre 2012 da Roberto Russo in Mondolibri
 
 

I 10 scrittori che meritavano il Premio Nobel per la Letteratura e non l’hanno vinto

Premio Nobel per la letteratura: la medaglia

Siamo in dirittura di arrivo per l’assegnazione dei Premi Nobel per la letteratura 2012: l’11 ottobre prossimo, infatti, alle 13 sapremo chi sarà insignito del prestigioso riconoscimento. Avremo fatto centro con uno dei nostri candidati del Toto Nobel?

Ci sono delle scrittrici e degli scrittori che avrebbero dovuto ricevere il Nobel per la letteratura e non l’hanno ricevuto? Trattandosi di un Premio è un po’ azzardato dire a chi darlo, dal momento che è chi lo fa a decidere il destinatario!

Eppure, stando ad alcuni sondaggi, ci sono alcuni grandi autori che avrebbero meritato di essere insigniti di tale onorificenza e non l’hanno mai ottenuta.

Ecco un elenco dei non-premiati.

  1. Jorge Luis Borges (Buenos Aires, 24 agosto 1899 – Ginevra, 14 giugno 1986): non ha scritto romanzi, ma alcuni suoi racconti sono stati lodati dalla critica e da molti lettori. Probabilmente Borges è l’autore argentino più noto a livello mondiale. A quanto sembra, comunque, non avrebbe ricevuto il Premio Nobel per aver sostenuto Pinochet.
  2. Vladimir Nabokov (San Pietroburgo, 23 aprile 1899 – Montreux, 2 luglio 1977): secondo diversi critici e amanti della letteratura in generale Nabokov, autore, tra l’altro, della celebre Lolita, avrebbe dovuto vincere il Premio Nobel. Nel 1974 era considerato uno dei possibili vincitori dell’onorificenza.
  3. Graham Greene (Berkhampsted, 2 ottobre 1904 – Corsier-sur-Vevey, 3 aprile 1991): anche lui, ocme Nabokov, era tra i candidati al Nobel nel 1974 4 anche lui non l’ha mai vinto. Le opere di Greene erano fortemente segnate dal cattolicesimo, motivo per cui è stato molto criticato. Non è possibile non ricordare opere come Un americano tranquillo e Il terzo uomo.
  4. Franz Kafka (Praga, 3 luglio 1883 – Kierling, 3 giugno 1924) è considerato uno degli autori più importanti di sempre. Ha scritto solo tre romanzi (Il processo; Il castello; America oppure Il disperso) e vari racconti, tra cui il celeberrimo Le metamorfosi.
  5. Lev Tolstoj (Jàsnaja Poljana, 9 settembre 1828 – Astàpovo, 20 novembre 1910): l’autore di due dei più grandi romanzi mai scritti – Anna Karenina e Guerra e pace – a Tolstoj probabilmente non venne mai assegnato il Nobel per motivi ideologici.
  6. Julio Cortázar (Bruxelles, 26 agosto 1914 – Parigi, 12 febbraio 1984): lo scrittore argentino naturalizzato francese ha scritto opere considerate di culto, come Rayuela (Il gioco del mondo) e Componibile 62. Per la critica e i lettori avrebbe meritato il Premio Nobel per la letteratura.
  7. James Joyce (Dublino, 2 febbraio 1882 – Zurigo, 13 gennaio 1941) è, senza dubbio, lo scrittore irlandese più famoso e influente. I suoi fan si dividono tra gli amanti dell’Ulisse e quelli che preferiscono Finnegans Wake. In ogni caso è stato un gigante della letteratura.
  8. Mark Twain (Florida, 30 novembre 1835 – Redding, 21 aprile 1910): per gli statunitensi è uno degli scrittori più importanti della loro storia. Viene considerato il “primo vero scrittore americano”. Le avventure di Tom Sawyer e Le avventure di Huckleberry Finn sono successi planetari.
  9. Arthur Miller (New York, 17 ottobre 1915 – Roxbury, 10 febbraio 2005), ritenuto “molto popolare e prevedibile” è stato candidato al Premio Nobel. Tra le opere dell’ex marito di Marilyn Monroe ricordiamo Uno sguardo dal ponte.
  10. Marcel Proust (Parigi, 10 luglio 1871 – 18 novembre 1922): l’autore di Alla ricerca del tempo perduto è ritenuto da molti un genio e uno degli autori più importanti del ventesimo secolo. Eppure ottenne una sola volta la nomination al Nobel che, in ogni caso, non vinse.

Chi sono secondo voi le scrittrici e gli scrittori che avrebbero meritato di vincere il Premio Nobel per la Letteratura e non l’hanno ricevuto? Naturalmente devono essere persone che sono passate a miglior vita perché, come dice la saggezza popolare, finché c’è vita c’è speranza… anche per il Nobel!

Via | Solo Listas


Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.








Potrebbe interessarti anche…