0
pubblicato venerdì, 4 gennaio 2013 da Graphe.it in Mondolibri
 
 

Ma tu quanti libri scrivi in una settimana?


[dall’intervista a Paolo Cognetti]

A me è andata bene al primo colpo. Sono stato molto fortunato, per altri amici scrittori non è andata così. Può capitare di metterci tanto tempo ed essere rifiutati dagli editori, all’inizio. Non bisogna abbattersi ma continuare a scrivere cose nuove.

C’è la garanzia sui libri?
No.

Cosa succede ai libri che nessuno compra?
Esiste una cosa orribile che è il macero, una specie di inceneritore che porta i libri a una fine tristissima. Ora che c’è l’ebook bisogna essere contenti perché ogni pezzo di carta risparmiato è un albero in più.

Fai libri di avventura?
A mio modo sì, ma dipende cosa intendete. Le mie avventure succedono qua, in città, nella vita delle persone normali.

Ci dai un consiglio?
Vi regalo un trucco sui personaggi che per me è importante: mi sembra che nelle favole ci siano sempre i ruoli del buono e del cattivo; invece nelle storie reali le persone sono quasi sempre ambivalenti. Tutti i personaggi dentro di sé hanno una parte buona e una cattiva, oppure un pregio e un difetto. Nessuno di noi è un eroe che non ha paura di niente. Allora è importante dare al nostro protagonista anche un lato oscuro. Io cerco sempre di costruire dei personaggi che abbiano questa complessità, come le persone vere.

***

Il libro (dal sito della casa editrice): Uno scrittore e una classe di bambini: ingredienti esplosivi che danno vita a un dialogo sorprendente in cui gli autori si trovano a raccontarsi in maniera inedita, anche per se stessi.

Qual è stato il tuo libro peggiore? Scrivi spesso di quand’eri piccolo? Posso dartelo io, un consiglio? Dimenticate le interviste classiche: i bambini hanno il coraggio delle domande appassionate e spontanee. Quelle che tutti, in fondo, vorremmo fare al nostro scrittore preferito.

Interviste a: Silvia Ballestra, Matteo B. Bianchi, Gianni Biondillo, Susanna Bissoli, Paolo Cognetti, Gabriele Dadati, Fulvia Degl’Innocenti, Giorgio Fontana, Fabio Geda, Federica Manzon, Marco Missiroli, Davide Musso, Alessandro Zaccuri.

Questo libro è frutto dell’attività de La grande fabbrica delle parole, il laboratorio gratuito di scrittura per bambini di Terre di mezzo, nato nel 2009 per promuovere il diritto all’espressione.

Francesca Frediani è la responsabile de La grande fabbrica delle parole. Insegna scrittura creativa e collabora con Terre di mezzo-street magazine. Vive a Milano.

Parte del ricavato di questo libro servirà a finanziare l’attività de La grande fabbrica delle parole.

Ma tu quanti libri scrivi in una settimana?
Quando i bambini intervistano gli scrittori
a cura di Francesca Frediani
Terre di Mezzo, 2012
ISBN 978-88-6189-231-6
pp. 152, euro 8


Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)








Potrebbe interessarti anche…