1
pubblicato martedì, 26 febbraio 2013 da Silvana Sonno in Punti di vista
 
 

Donne di pace, donne per la pace


Le donne godono da secoli di un assordante silenzio per quanto riguarda il ruolo che hanno ricoperto e ricoprono in tutti i settori della vita civile. La politica, l’arte, la scienza, ma anche le pratiche della vita quotidiana, presentano tracce potenti della loro presenza e del loro meditato agire. Ciò nonostante neanche l’assegnazione di premi importanti come il Nobel (per la pace e non solo) è stata in grado di scardinare la secolare idea che quanto fanno le donne è solo un’articolazione dei solchi tracciati dagli uomini nel costruire la Storia.

Non è così, le donne sono portatrici di un altro sentire, di altri progetti, di altre pratiche di relazione per costruire un mondo “altro”. Le donne si occupano da sempre della creazione e della ri-creazione della vita anche nei momenti più bui, resi nefasti da guerre sanguinose ed esplosioni di violenza che dilaniano il tessuto sociale. Le donne hanno cercato lungo i tempi della Storia di “infiltrare” le proprie pratiche di mediazione e relazione per far sì che ogni conflitto non sfociasse in guerra aperta, per impedire che ogni contrasto divenisse opera di “nemici” da annientare. L’hanno fatto e lo fanno nel vivere quotidiano e lo hanno progettato e realizzato nella scena sociale, laddove le condizioni economiche e culturali lo hanno permesso.

Il fare e il dire delle donne è ancora oggi largamente una promessa e una speranza di attese.

Donne di pace, donne per la paceL’iniziativa posta in essere dalla Rete delle donne AntiViolenza onlus, su sollecitazione della biblioteca comunale di San Matteo degli Armeni di Perugia vuole offrire spunti di riflessione e stimoli a una discussione operativa per far luce sui differenti percorsi femminili e – nel caso specifico – per progettare insieme nuovi percorsi di pace.

Donne di pace, donne per la pace
Biblioteca comunale S. Matteo degli Armeni
via Monteripido 2, Perugia
giovedì 28 Febbraio 2013 ore 17.00

Da questo evento nascerà un Gruppo Lettura e Scrittura che si riunirà mensilmente in biblioteca sul tema “Donne di Pace, Donne per la Pace”. Si raccoglieranno adesioni




Silvana Sonno