0
pubblicato martedì, 25 marzo 2014 da Patrizia Violi in Mondolibri
 
 

Bologna Children’s Book Fair: al via la fiera del libro per ragazzi

Bologna Children's Book Fair

È iniziata ieri a Bologna la cinquantunesima edizione della Fiera internazionale del libro per ragazzi Bologna Children’s Book Fair a cui partecipano più di milleduecento espositori da settantaquattro paesi diversi, fra cui c’è anche l’Antartide. Quest’anno l’ospite d’onore è il Brasile, rappresentato oltre che dal Ministro della Cultura, Marta Suplicy, da una bellissima mostra a cui hanno partecipato, con le loro opere, cinquantacinque illustratori brasiliani. A uno di loro, Roger Mello, è stata data la notizia, in diretta proprio in Fiera, dell’assegnazione del Premio Andersen 2014 per le illustrazioni. Mentre quello per la scrittura è andato alla giapponese Nahoko Uehashi, autrice di fantasy, pubblicata in Italia da Salani.

Nel giorno dell’apertura della manifestazione c’è stato il convegno inaugurale a cui hanno partecipato le istituzioni ed è stato ribadito ancora una volta il proposito di investire nell’educazione dei giovani alla lettura. Anche perché una recentissima indagine Nielsen ha stabilito che lo zoccolo duro dei lettori nel nostro Paese è proprio quella degli adolescenti, nella fascia di età che va dai 14 ai 19 anni.

L’affluenza alla manifestazione è stata massiccia, sia da parte degli addetti ai lavori che da un pubblico più variegato, quello delle famiglie. Infatti quest’anno, per la prima volta, è stato allestito un padiglione (il numero 33 – le foto della gallery in calce al post si riferiscono a questo padiglione) interamente dedicato a loro. In questo spazio, con lo slogan #nonditeloaigrandi, già dallo scorso fine settimana, sono stati organizzati convegni, mostre, reading, laboratori e woorkshop per avvicinare bambini e ragazzi alla lettura. Un intervento pratico sul territorio che sembra molto proficuo.

In un incontro con Vanna Vannuccini e Conchita De Gregorio, domenica si sono festeggiati i cinquant’anni di Mafalda, che nonostante il passare delle stagioni rimane la bambina terribile del fumetto. Sempre ribelle e fuori dal coro. L’affluenza del pubblico è stata tale che, sempre domenica, nella grande libreria internazionale per ragazzi organizzata all’interno del Padiglione, c’era un incredibile fila di compratori che aspettavano pazienti di acquistare ai figli libri e albi illustrati. (Era commovente, non sembrava neppure di essere nel nostro Paese che non legge).

Altra novità interessante sono i vari corner della fiera che ospitano conferenze a tema: oltre ai più tradizionali Illustrators Cafè, Authors Cafè e Translators Cafè c’è il Digital Cafè, dedicato ovviamente ai bambini 2.0. Alla creazioni delle app di lettura per loro e la differenza fra la lettura tradizionale e quella appunto digitale. Ancora nuovo di zecca di quest’anno il Teen Track, spazio dedicato esclusivamente agli adolescenti. Qui si tengono gli incontri con gli autori di romanzi dedicati ai teenagers. E considerato che sono la punta di diamante dei lettori italiani alla Fiera le grandi case editrici puntano proprio su di loro. La tendenza internazionale riguarda ancora il fantasy. L’eterna lotta fra il bene e il male come il romanzo Half Bad (Rizzoli) dell’esordiente inglese Sally Green che si ispira alle vicende di Harry Potter ed è stato venduto in quaranta Paesi. L’altra è rappresentata dal coraggio di essere diversi e ribellarsi all’ordine stabilito dall’alto, come in Hunger Games. Di questa scuola la più gettonata è Veronica Roth, che ha già firmato i best-seller Divergent e Insurgent, vendendo ben quattro milioni di copie in tutto il mondo e ora torna Allegiant (DeAgostini) il volume che conclude la trilogia.

Mentre in Italia si preferisce parlare del bene e del male, della libertà, di coraggio e di azione ispirandosi non a mondi irreali e inventati ma guardando al passato, alla nostra storia. Infatti fra le proposte più interessanti, per la fascia dei giovani adulti, ci sono romanzi come L’eroe invisibile (Einaudi Ragazzi) Di Luca Cognolato e Silvia del Francia che narra la storia di Giorgio Perlasca, l’uomo che nell’inverno del ’44 a Budapest, riuscì a salvare dallo stermino nazista migliaia di ebrei ungheresi. Sempre in questa tendenza, un’altra proposta originale è la biografia di Primo Levi sotto forma accattivante di graphic novel. Un romanzo come albo a fumetti, intitolato Una stella tranquilla (Comma22) creato da Pietro Scarnera.

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children's Book Fair


Patrizia Violi

 
Patrizia Violi è laureata in giurisprudenza, vive a Milano dove fa la giornalista, occupandosi di attualità, psicologia e costume. È sposata e ha due figlie: dalla sua esperienza famigliare è nato il blog extramamma.net. Ha scritto il romanzo “Una mamma da URL” (Baldini & Castoldi). Per Emma Books ha pubblicato “Love.com” e “Affari d’amore”.








Potrebbe interessarti anche…