0
pubblicato sabato, 5 aprile 2014 da Luigi Milani in Mondolibri
 
 

Doppio anniversario per Romics: 15 anni di manifestazione e 75 primavere per Batman

Doppio anniversario per Romics: 15 anni di manifestazione e 75 primavere per Batman

Si presenta davvero ricca e interessante, questa edizione primaverile di Romics, la manifestazione dedicata al fumetto, al mondo dell’animazione, dei giochi, del cinema e del divertimento organizzata dalla Fiera di Roma e da I Castelli Animati – Festival Internazionale del Cinema di Animazione.

A dispetto, o forse nel tentativo disperato di fronteggiare il grave stato di crisi al quale non si sottrae naturalmente – e come potrebbe, del resto? – neanche il rutilante mondo del fumetto, sono numerosi gli stand visitabili negli affollati padiglioni della Fiera: qui è possibile trovare le ricche offerte delle più importanti fumetterie nazionali, controllare le nuove uscite e magari completare le proprie collezioni, nonché munirsi di qualche gadget “d’ordinanza”.

Un tour de force che si protrae per ben quattro giorni, fino a domenica 6 aprile, articolato tra eventi e spettacoli, incontri con importanti autori del mondo del fumetto e dell’animazione internazionale, proiezioni, anteprime e mostre.

Romics, giunta quest’anno alla quindicesima edizione vede la partecipazione di un pubblico decisamente composito: si va da attempati collezionisti “in solitaria” ai più agguerriti appassionati, oltre ovviamente agli addetti ai lavori, non sempre sorridenti a dir la verità. I motivi non mancano, come accennato poc’anzi.

Doppio anniversario per Romics: 15 anni di manifestazione e 75 primavere per BatmanL’anniversario della rassegna coincide tra l’altro con un’altra importante ricorrenza, il compleanno del Cavaliere Oscuro per eccellenza, ossia di Batman, che compie ben settantacinque primavere! Tanti sono gli anni trascorsi da quel lontano maggio 1939, che vide l’esordio dell’arzillo vecchietto sul numero 27 della testata Detective Comics. A festeggiare degnamente l’evento segnalo la prestigiosa presenza di Jae Lee, uno dei disegnatori di punta di questi ultimi anni, dal tratto nervoso e oscuro, ben diverso invece dall’affabilità con cui l’artista si offre ai tanti fan e ammiratori.

Da ricordare anche la presenza dell’illustratore Paolo Barbieri, realizzatore di copertine per scrittori italiani e stranieri, del maestro Barry Purves, uno dei maghi riconosciuti nella difficile art della stop–motion, e di Naoya Yamaguchi, talento assoluto della fotografia giapponese.

Come sempre, donano colore e una simpatica nota di follia alla kermesse il variegato e multicolore popolo dei Cosplayer, che omaggiano a modo loro i personaggi dei fumetti e dei cartoon non solo creando e indossandone i costumi, ma anche imitandone movenze e atteggiamenti.

Tra gli aspetti negativi, la sede prescelta per ospitare Romics, del resto divenuta purtroppo abituale già da qualche anno, la Nuova Fiera di Roma. Scomoda da raggiungere dall’area metropolitana, a meno che non si provenga dalla zona di Ostia, la struttura si presenta come la classica cattedrale nel deserto, per di più già fortemente segnata dal tempo, con padiglioni che sprofondano nel terreno, con l’aggravante di una gravissima situazione debitoria – un rapporto dello scorso febbraio riferiva quasi duecento milioni di euro di debiti bancari – e una non meno preoccupante crisi dell’attività.

Lasciatemi concludere questa breve incursione a Romics con i versi del grande Lucio Dalla, tratti da una sua vecchia canzone, sigla di un fortunato programma dedicati ai cartoni animati, Gli eroi di cartone: “Che mondo sarà se ha bisogno di chiamare Superman?”

Potete anche leggere la nostra cronaca di Romics 2013.




Luigi Milani

 

Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma.

Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.