0
pubblicato venerdì, 30 maggio 2014 da Sara Rania in Mondolibri
 
 

L’eau et les rêves, una libreria galleggiante a Parigi

L’eau et les rêves, una libreria galleggiante a Parigi

La péniche L’eau et les rêves si è stabilita da poco sul canale. Ma non state a cercare il suo indirizzo preciso. La troverete infatti nel cuore pulsante dell’est di Parigi, a qualche centinaia di metri dal Bassin de la Villette e poco lontano dalla Cité de la Musique (per orientarvi non esitate a far riferimento alla mappa in coda all’articolo). Al centro dei pensieri di quest’angoletto parigino davvero inatteso c’è il mare. Un universo liquido fatto di corde e sartie, nel quale i fari ritrovano il loro posto di guide consolatorie e lo sciabordio è un suono amato che si ripercuote dolcemente sui fianchi dell’imbarcazione invitando alla rêverie.

Perché la libreria che vi presentiamo oggi è un po’ speciale: è una libreria galleggiante adagiata com’è sull’acqua e ben distribuita nella sua stazza di chiatta pronta a solcare i canali non solo fantastici, che tanto affascinano i lettori più arditi. Al suo interno, accessibile tutti i pomeriggi dalle 14 alle 19, grandi testi di famosi esploratori come Ferdinando Magellano e James Cook si lasciano scrutare accanto a manuali di navigazione e romanzi che vi invitiamo ad attraversare proprio nella seconda metà della giornata, quando le ore declinanti favoriscono una certa atmosfera brumosa, e l’avventurarsi tra classici oblò rotondi, fasciami di legno, modellini e vecchie strumentazioni equivale a intraprendere una navigazione senza tempo verso mete lontane.

L’eau et les rêves, una libreria galleggiante a ParigiDalla Patagonia alla Terra del Fuoco, dalle profondità oceaniche agli scorci di mondo che si possono scoprire con lo sguardo immersi in una poltrona di cuoio consumata dal tempo, errare con la fantasia sarà quasi automatico seguendo i consigli ad hoc profusi ai “naviganti” dai simpatici gestori di questo salottino galleggiante che offre molte occasioni di evasione. Lasciatevi andare al piacere dell’immaginazione e perdetevi nelle opere d’arte che impreziosiscono ulteriormente le pareti di questo luogo davvero singolare.

Una péniche che racchiude nel suo guscio marinaresco una Librairie sur l’eau la mer et le voyage e anche la sede dell’associazione omonima, che opera per diffondere la conoscenza del mare con un approccio il più completo possibile, puntando l’attenzione sugli ecosistemi marini e naturalmente sui viaggi. Uno strumento che promuove atelier a tema destinati ai piccoli, ed eventi per sensibilizzare il grande pubblico sulla preservazione delle risorse acquifere del pianeta e degli oceani, partendo dalla parola per stimolare la coscienza ecologica collettiva.

Le mérite d’une rêverie est tout entier dans son vague, n’est-elle pas une sorte de vapeur intellectuelle ? (Honoré de Balzac, La Femme de trente ans, 1832)

Il merito della rêverie risiede nella sua vaghezza, non si tratta in fondo di una specie di vapore intellettuale?

E come non immaginarlo sulla riva dell’acqua?

Péniche-Librairie L’eau et les rêves, ormeggiata al 3 Quai de l’Oise, 75019 Paris
Aperta al pubblico nel pomeriggio
Pagina Facebook

Foto | Sara Rania




Sara Rania

 

Sara Rania, mille idee per la testa e sempre almeno un libro in tasca. Saltellando tra suggestioni letterarie tutte da vivere e viaggi dell’anima rigorosamente condivisi online (http://www.eyael.com/), si affanna ancora alla ricerca degli elementi di convergenza del reale, mescolando allegramente gustosi ingredienti libreschi e luoghi dall’alto potenziale culturale. Gli artistici anfratti di Parigi (http://magazine.mytemplart.com/author/sara-rania/) sono la sua patria d’adozione da qualche anno, ma i panni sciacquati in Arno fin dalla più tenera età, le forti radici marinaresche nutrite tra Napoli e l’Isola d’Elba e qualche anno di tran-tran milanese ne hanno consolidato l’insaziabile e curiosa natura italica che continua ad esercitarsi in ardite esplorazioni tra canali, jardins e lampioni.