0
pubblicato giovedì, 7 luglio 2016 da Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Kankuamo marquezi: la tarantola «di» Gabriel García Márquez

Kankuamo marquezi: la tarantola «di» Gabriel García Márquez

Che direbbe Gabriel García Márquez della tarantola Kankuamo marquezi?

Una nuova specie di tarantola, scoperta nei pressi del paese natale di Gabriel García Márquez, ha ricevuto dagli scopritori il nome del celebre premio Nobel per la letteratura, deceduto il 17 aprile 2014. Si tratta dalla Kankuamo marquezi, così chiamata sia per García Márquez che per il gruppo indigeno dei Kankuamos – che abita in quella zona dei Caraibi colombiani e la cui cultura è in pericolo di estinzione.

Come molte altre tarantole americane, la Kankuamo marquezi ha un meccanismo di difesa con cui libera peli urticanti che si conficcano negli occhi o nelle mucose dei predatori come anche nella pelle delle persone. La peculiarità di questa nuova specie di tarantola è che i peli si attiivano per contatto diretto (nelle altre tarantole questi peli vengono in un certo senso lanciati dall’animale stesso sfregandosi il ventre); inoltre è stato identificato un nuovo tipo di pelo urticante che non solo si conficca facilmente nella pelle umana ma anche si spezza subito se si cerca di toglierlo. Spiega l’Università Nazionale della Colombia: «La specie Kankuamo marquezi è stata scoperta nella zona alta della Sierra Nevada di Santa Marta, nei pressi di Aracataca (paese natale di García Márquez) e appartiene a una nuova specie e a un genere che finora non erta stato documentato». Tuttavia, nonostante il suo aspetto peloso e il suo meccanismo di difesa, non risulta essere un ragno aggressivo.

Il gruppo di scienziati che ha fatto la scoperta era composto da studiosi uruguayani e colombiani e hanno trovato esemplari di questa tarantola a 2200 metri di altezza, in una ambiente piovoso e freddo. «Sappiamo che appartiene a un nuovo genere perché ha caratteristiche morfologiche molto particolari», ha chiosato William Galvis, ricercatore del gruppo di Aracnologia dell’Instituto de Ciencias Naturales dell’Università Nazionale della Colombia. La tarantola Kankuamo marquezi ha un corpo che misura tre centimetri e zampe della stessa lunghezza, motivo per cui, alla fine, si tratta di un animale lungo sui nove centimetri.

Oltre che per la vicinanza al paese natale di Gabriel García Márquez, gli scienziati hanno deciso di omaggiare lo scrittore perché sono tutti appassionati dei suoi scritti. Tra l’altro, al momento della scoperta, gli studiosi hanno trovato una femmina e due maschi il che, oltre a essere insolito, fa pensare che fosse in atto un processo di corteggiamento. Probabilmente la cosa sarebbe piaciuta a Gabo.

Foto | UnimediosMULADAR NEWS via VisualHunt / CC BY-SA








Potrebbe interessarti anche…

Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.