0
pubblicato mercoledì, 7 settembre 2016 da Roberto Russo in Premi letterari
 
 

Cenni biografici e libri di Simona Vinci

La scrittrice Simona Vinci

La scrittrice Simona Vinci

Simona Vinci è una scrittrice e traduttrice italiana nata a Milano il 6 marzo 1970. La sua descrizione sul proprio sito è molto stringata, ma contiene tutto: «Simona Vinci. Scrittrice. Traduttrice. Scrivo storie. E ogni tanto traduco quelle degli altri». Ha studiato Lettere Moderne all’Università di Bologna. Vive a Budrio, in provincia di Bologna, con il marito e il figlio Ettore.

Il suo matrimonio ha fatto discutere in alcuni ambienti perché la scrittrice, senza peli sulla lingua, ha affermato: «Ci siamo sposati per tutelare nostro figlio e perché le leggi dello Stato Italiano non garantiscono l’assistenza e la facoltà decisionale della compagna e del compagno di vita in caso di gravi malattie che purtroppo possono capitare a tutti».

Dei bambini non si sa niente è il romanzo d’esordio di Simona Vinci. Pubblicato nel 1997 nella collana Einaudi Stile Libero, racconta «una storia di infanzia e sesso ambientata nella periferia emiliana dove Simona Vinci è nata e vive ancora. Il libro ebbe molto successo, fu un caso anche internazionale». È stato tradotto in tredici paesi.

Oltre alla sua attività di scrittrice, Simona Vinci è traduttrice e collabora con varie testate nazionali. Tra l’altro, ha lavorato per la televisione e per la radio. Recentemente ha scritto un testo teatrale – Porta della Rocca Ostile. La pièce, diretta da Andrea Adriatico, si inserisce nel progetto Bologna, 900 e duemila per i novecento anni del Comune di Bologna.

Pubblicazioni di Simona Vinci

  • Romanzi
    • 1997: Dei bambini non si sa niente (Einaudi) – Premio Elsa Morante 2000
    • 2003: Come prima delle madri (Einaudi) – finalista Premio Campiello 2003
    • 2004: Brother and Sister (Einaudi)
    • 2006: Stanza 411 (Einaudi)
    • 2007: Strada Provinciale Tre (Einaudi)
    • 2007: Rovina (Edizioni Ambiente)
    • 2009: Nel bianco (Rizzoli)
    • 2016: La prima verità (Einaudi) – finalista Premio Campiello 2016
  • Racconti
    • 1997: Cose, in Anticorpi. Racconti e forme di esperienza inquieta (Einaudi)
    • 1999: In tutti i sensi come l’amore (Einaudi) – finalista Premio Campiello 1999
    • 2001: Agosto negro, in Carretera central. Via Emilia (Arci solidarietà Cesenate) – testo in spagnolo
    • 2003: SP3, in Dal grande fiume al mare (Pendragon)
    • 2004: La più piccola cosa, in Ragazze che dovresti conoscere. The sex anthology (Einaudi) – è anche curatrice della raccolta
    • 2006: La gabbia, in The Dark Side (Einaudi)
    • 2008: Suino pesante padano, in Il gusto del delitto (Leonardo Publishing)
    • 2010: Un’altra solitudine, in Sei fuori posto. Storie italiane (Einaudi)
    • 2010: Uno stivale rosso, in Trame calzanti (Alegre)
    • 2012: Universo liquido, in Alzando da terra il sole. Parole per l’Emilia (Mondadori)
    • 2014: Unaperlaltra. Dirsi Addio – Serie d’Autore (Amygdala) – solo in eBook
  • Testi per i più piccoli
    • 1998: Corri, Matilda (EL)
    • 1998: Matildacity (Adnkronos Libri)
    • 2012: Scheletrina Cicciabomba (Salani), illustrazioni di Raffaella Ligi

Simona Vinci, come dicevamo, è anche traduttrice (ha tradotto, tra gli altri, Joanne Rocklin, Ben Bo, Benjamin Lebert, Ryan Mendoza, Nicola Barker, Bella Bathurst, Julia Cunningham, Steve Erickson) e ha scritto prefazioni a vari testi.

Segnaliamo, infine, il ritratto di Andrea Chiesi scritto da Simona Vinci per la mostra Andrea Chiesi. La casa (Bologna, Otto Gallery 2004) e pubblicato nel catalogo della stessa mostra.

Foto | screenshot da YouTube








Potrebbe interessarti anche…

Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: “Nulla che sia umano mi è estraneo” (Terenzio) e “Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo” (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, è blogger su varie testate di nanopublishing, oltre che editore della Graphe.it.