0
pubblicato lunedì, 19 settembre 2016 da Roberto Russo in News culturali
 
 

Esordienti nella rete: una giornata di studi a cura del Premio Calvino

«Esordienti nella rete: gli scrittori esordienti e il web», Torino 23 settembre 2016

«Esordienti nella rete: gli scrittori esordienti e il web», Torino 23 settembre 2016

Con il termine di esordienti, lo sappiamo bene, si indicano coloro che esordiscono in un determinato campo. Per quel che riguarda il mondo del libro gli scrittori esordienti sono gli autori al loro primo libro. Per loro, come è noto, esiste anche un premio dedicato: è il Premio Italo Calvino.

Ma cosa vuol dire essere scrittore che esordisce oggi? Con la rete cambia la nozione di esordiente così come quella di inedito: quando un testo si può dire inedito? In tutto questo come e dove si colloca il self-publishing? E quale ruolo assumono i litblog? Tutta una serie di domande che si pone chi si affaccia sul mondo del libro, ma anche chi nell’editoria lavora da tempo.

Esordienti nella rete, una giornata a cura del Premio Calvino

Per provare a dare qualche risposta che non sappia di preconfezionato, proprio il Premio Italo Calvino organizza una giornata di incontri con blogger, docenti, editor giornalisti e scrittori. Titolo dell’incontro è Esordienti nella rete e sottotitolo: gli scrittori esordienti e il web.

Venerdì 23 settembre, dalle 9.30 alle 18 cinque tavole rotonde approfondiranno temi di interesse editoriale dallo specifico punto di vista di chi esordisce. Tre sono le linee guida principali di questa giornata:

  • l’esordio nella rete: l’efficacia, il valore e i riconoscimenti;
  • la funzione critica della rete, la selezione e il sostegno;
  • la rete, lo scrittore, l’editoria e il pubblico.

L’appuntamento è presso Toolbox, a Torino. Sono previsti interventi di: Matteo B. Bianchi, Benedetta Centovalli, Dario De Cristofaro, Ilva Fabiani, Lorenzo Fabbri, Giovanni Francesio, Tomaso Greco, Sebastiano Iannizzotto, Leonardo Luccone, Alessandro Magno, Francesca Marson, Giulio Mozzi, Davide Orecchio, Alessandra Penna, Valentina Rivetti, Gino Roncaglia, Vanni Santoni, Francesco Sparacino, Stefano Tura, Michele Turazzi e Camilla Valletti.

Ci saremo anche noi di GraphoMania e vi racconteremo qualcosa di questa giornata.

Foto | particolare della brochure della giornata Esordienti nella rete




Roberto Russo

 

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.