0
pubblicato venerdì, 7 ottobre 2016 da Susanna Trossero in Mondolibri
 
 

«Tempo di libri» a Milano, dal 19 al 23 aprile 2017

Il logo di «Tempo di libri» di Milano

Il logo di «Tempo di libri» di Milano

Tempo di libri, tempo di scrollarci di dosso la fama di un Paese in cui si legge troppo poco, tempo di guardarci attorno per scoprire nuove e interessanti iniziative , come appunto “Tempo di libri”, la prima edizione della Nuova Fiera dell’Editoria Italiana.

Dal 19 al 23 aprile 2017, verrà ospitata nei padiglioni della Fiera Milano Rho (nell’hinterland di Milano, comune di Rho), e avrà a disposizione trentacinquemila metri quadri di spazio che varrà la pena visitare per varie ragioni racchiuse nella parola “Nuova”. Sì, perché sotto molti aspetti, questa fiera del libro si propone di offrire un modo diverso di parlare di libri e di lettura, facendo in modo che si riprenda il discorso della condivisione tra pubblico e scrittori, tra lettori e autori, i quali sono invitati tutti insieme a interagire e a scambiare opinioni durante eventi e presentazioni.

Parlare di libri insieme, raccontarsi e raccontare, condividere per alimentare una passione.

Ma “nuova” anche perché piccoli e grandi editori saranno riuniti senza distinzione alcuna e nessun confine geografico; una fiera che si propone di accogliere una visione internazionale della lettura e della scrittura, senza alcun limite culturale o di narrazione, anzi favorendo le diversità perché divengano parte integrante del mondo dei libri, che altrimenti sarebbe solo “paese”.

Nuova perché desiderosa di attrarre non solo gli appassionati, ma anche coloro che ancora non hanno sperimentato il piacere della parola scritta come momento di crescita individuale, raccoglimento, apertura al nuovo, esplorazione, scoperta.

E ancora, “nuova” perché si propone di mostrare l’evoluzione del libro come formato, mostrando e dimostrando che niente e cambiato e che ogni storia resta una storia comunque sia presentata: testi in cartaceo, audiolibri, eBook, sono solo dimensioni che continuano a offrire sempre e comunque parole, emozioni, sogni o realtà.

Tanti gli appuntamenti, che coinvolgeranno anche i giovanissimi, le università, le librerie, le biblioteche e le associazioni, nonché gli operatori del settore a volte trascurati: illustratori, per esempio, traduttori, poeti…

“Siamo la regione al primo posto in Italia per il numero delle case editrici – ha dichiarato il Presidente della regione Lombardia Roberto Maroni – Rappresentano il venti per cento del totale italiano. Il nostro obiettivo è quello di continuare in questa direzione e costruire sempre nuove possibilità di crescita”.

La fiera “Tempo di libri”, è organizzata da La Fabbrica del Libro, una recente società costituita da Fiera Milano e da Ediser, società di servizi dell’Associazione Italiana Editori, e come già detto si conclude il 23 aprile, Giornata mondiale del libro. In quella data, Milano probabilmente farà propria l’usanza della festa di San Giorgio a Barcellona, ovvero pare sia intenzionata a far sì che in tutte le librerie le signore ricevano in omaggio una rosa, e i signori un libro.

Di certo, la strada che in quei cinque giorni sarà battuta dai visitatori, offrirà un panorama degno di nota ai lettori, ricordando loro che siamo tutti bisognosi di tempo quanto di libri.

Nondimeno, la vera meta che “Tempo di libri” si propone di raggiungere alla fine del percorso, è l’universo dei non lettori, per aprirne la mente suscitando emozioni, interesse, offrendo una nuova visione del mondo del libro e regalando una maggiore longevità alla parola scritta.








Potrebbe interessarti anche…

Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.