2
pubblicato giovedì, 13 ottobre 2016 da Roberto Russo in News culturali
 
 

Premio Nobel letteratura 2016: vince Bob Dylan

Nobel letteratura 2016: vince Bob Dylan

Nobel letteratura 2016: vince Bob Dylan

Sara Danius, Segretario Permanente dell’Accademia Svedese, ha annunciato il vincitore del Premio Nobel per la letteratura 2016. È Bob Dylan. La motivazione è la seguente: «Per aver creato nuove espressioni poetiche all’interno della grande tradizione della canzone americana». A breve approfondimenti su di lui.

Da notare che un giullare va e un menestrello arriva: Dario Fo è morto oggi e il Nobel per la letteratura è stato assegnato a Bob Dylan. Continuità dei tempi.

Foto | Facebook

Premio Nobel letteratura 2016: il 13 ottobre l’annuncio

10 ottobre 2016 – È stata finalmente resa nota la data del Premio Nobel per la letteratura 2016. L’annuncio ci sarà giovedì 13 ottobre.

Quest’anno la data è slittata un po’ rispetto agli altri Nobel. Lo slittamento è dovuto al fatto che l’Accademia di Svezia, che assegna il Nobel, si riunisce per quattro giovedì consecutivi in autunno per valutare a chi dare il premio. La prima riunione quest’anno è stata il 22 settembre, motivo per cui la quarta e ultima è quella del 13 ottobre, giorno in cui conosceremo il nome del vincitore (o della vincitrice, naturalmente) del Premio Nobel per la letteratura 2016.

Premio Nobel letteratura 2016: i candidati

2 settembre 2016 – Siamo giunti a quel momento dell’anno in cui iniziano a fioccare i pronostici su chi vincerà il Premio Nobel per la letteratura 2016. Al momento non è fissata la data di assegnazione del riconoscimento. Verosimilmente sarà giovedì 6 ottobre, unico giorno libero nel calendario di assegnazione dei Nobel 2016. I candidati? Ci sono, naturalmente, e sono sempre gli stessi.

Prima di vederli un po’ nel dettaglio, ricordiamo la premessa necessaria. Quelle sui candidati al Nobel per la letteratura sono tutte speculazioni, perché vige il segreto più assoluto. Gli archivi si aprono solo dopo diversi decenni, per cui si può supporre che Tizio o Caio sono stati candidati, ma non si sa nulla di certo.

I principali candidati

Gli scommettitori puntano su Haruki Murakami, tanto per cambiare. È in prima fila da anni, ormai, ma l’Accademia di Svezia pare non tenerne conto. Sarà il 2016 l’anno dello scrittore giapponese?

Adonis continua a intrigare. Questo grande poeta ha dalla sua il fatto di creare ponti tra la cultura araba e quella occidentale in un momento in cui comprendere è quanto mai necessario.

Altra eterna candidata al Nobel per la letteratura è Joyce Carol Oates, eccellente autrice di racconti e romanzi. Forse contro di lei rema la lingua, l’inglese, che è stata premiata in lungo e in largo durante la storia del Premio.

Ngugi Wa Thiong’o è uno degli altri nomi chiave degli ultimi anni e punto di riferimento per la letteratura africana e keniota in particolare. A una eccellente opera narrativa e al gran lavoro da giornalista, si unisce un costante impegno a favore dei diritti umani, come anche una presa di posizione forte contro dittature e regimi totalitari in Africa. Per questi motivi Ngugi Wa Thiong’o è stato in carcere e ha subito numerose aggressioni.

Poi c’è Philip Roth. La sua opera è universalmente riconosciuta, ma il Nobel non vuole arrivare. Da qualche anno Roth ha annunciato di non voler più scrivere e il Nobel sarebbe la ciliegina sulla torta. Ma l’Accademia di Svezia non ne vuol sapere. Sembra.

Tra gli altri autori abbastanza gettonati troviamo Ismail Kadaré. Lo scrittore albanese ha ricevuto premi in tutto il mondo ed è molto impegnato politicamente.

Gli altri candidati per il Premio Nobel letteratura 2016

L’attenzione sui candidati per il Premio Nobel letteratura 2016 pare poi spostarsi su altri nomi. Troviamo Cees Nooteboom, Peter Handke, John Banville, Amos Oz o Péter Nádas che ciclicamente ritornano. Quest’anno si sono aggiunti Doris Kareva, Ko Un, Jussi Adler-Olsen, Sirkka Turkka o Mircea Cartarescu. C’è chi tifa in maniera sfegatata Thomas Pynchon: anche lui è un po’ come Philip Roth. Sempre nominato e mai premiato.

In Italia, più di uno spinge per il Nobel a Francesco Benozzo, di cui noi ci siamo occupati con dovizia di particolari. Sono diciannove anni che il Nobel per la letteratura non approda in Italia: il 2016 lo riporterà nel Bel Paese?

Via | Lecturalia
Foto | Di Arredondo ales (Opera propria) [CC BY-SA 3.0], attraverso Wikimedia Commons – https://pixabay.com/it/libri-bookshelf-lettura-libro-1607506/


Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.








Potrebbe interessarti anche…