0
pubblicato domenica, 27 novembre 2016 da Graphe.it in News culturali
 
 

Premio Bancarella della Cucina 2016: vince Massimo Montanari con «Mangiare da cristiani»

Premio Bancarella della Cucina 2016: vince Massimo Montanari con «Mangiare da cristiani»

Premio Bancarella della Cucina 2016: vince Massimo Montanari con «Mangiare da cristiani»

È Massimo Montanari con Mangiare da cristiani, pubblicato da Rizzoli, ad aggiudicarsi il Premio Bancarella della Cucina 2016. Massimo Montanari (docente di storia medievale, storia economica e sociale del medioevo e storia dell’alimentazione presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna e all’Università di Scienze Gastronomiche) in «Mangiare da cristiani. Diete, digiuni, banchetti. Storia di una cultura» compie un viaggio nella storia di ieri e di oggi sulle tracce di valori, simboli, significati del cibo e della tavola nella cultura cristiana, tra norme religiose e consuetudini sociali, insegnamenti biblici e suggestioni filosofiche.

La cerimonia di premiazione, prevista in un primo momento il 23 ottobre, si è tenuta a Pontremoli sabato 26 novembre «per poter permettere agli aventi diritto al voto di esprimere in maniera corretta le loro preferenze». Montanari ha vinto il Bancarella della Cucina con trenta voti. Al secondo posto si è piazzata Camilla Baresani con Gli sbafatori (Mondadori). Terzo posto a pari merito per Partigiani a tavola (Fausto Lupetti) di Lorena Carrara ed Elisabetta Salvini e Il cuoco universale. La cultura nel piatto (Marsilio) di Andrea Griffagnini e Bob Noto. Segue La mia vita al burro di Philippe Lèveillé per Giunti e chiude La cucina piacentina di Andrea Sinigaglia e Marino Marini per Tarka.

Premio Bancarella della Cucina 2016: i sei libri finalisti

6 settembre – Sono stati resi noti i titoli che si contenderanno il Premio Bancarella della Cucina 2016. La commissione di scelta, infatti, dopo aver preso in esame la produzione editoriale del settore gastronomico del 2015, ha individuato i sei titoli che si «sfideranno» per il premio. Questi i libri in concorso

  • Philippe Lèveillé, La mia vita al burro, Giunti
  • Camilla Baresani, Gli sbafatori, Mondadori
  • Andrea Grignaffini, Il cuoco universale. La cultura nel piatto, foto di Bob Noto, Marsilio
  • Lorena Carrara ed Elisabetta Salvini, Partigiani a tavola. Storie di cibo resistente e ricette di libertà, Fausto Lupetti editore
  • Massimo Montanari, Mangiare da cristiani. Diete, digiuni, banchetti. Storia di una cultura, Rizzoli
  • Andrea Sinigaglia e Marino Marini, Cucine del territorio. La cucina piacentina. Storia e ricette, Tarka editore.

Ora la giuria – composta da settanta librai dell’Unione Librai Pontremolesi e dell’Unione Librai delle Bancarelli, come anche da dieci «esperti dell’ambiente enogastronomico» – esprimerà il proprio voto, con scheda segreta. Lo spoglio e la proclamazione del libro vincitore del Premio Bancarella della Cucina 2016 ci sarà domenica 23 ottobre, alle ore 16, presso il Teatro la Rosa di Pontremoli.

Via | Facebook








Potrebbe interessarti anche…

Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)