0
pubblicato lunedì, 20 marzo 2017 da Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

21 marzo: Giornata mondiale della poesia, primavera e altre ricorrenze

21 marzo, Giornata mondiale della poesia
21 marzo, Giornata mondiale della poesia

La primavera 2017 è arrivata. Con l’equinozio di primavera, infatti, inizia la stagione di mezzo tra inverno ed estate: le giornate iniziano ad allungarsi e tutto si fa più bello. Tradizionalmente la primavera inizia il 21 marzo, ma, nella realtà, le cose non stanno così.

L’equinozio – quel giorno in cui notte e dì hanno la stessa durata – di primavera non cadrà il 21 marzo fino al 2102: sarà spesso il 20 e qualche volta pure il 19. Però, come è noto, le tradizioni rimangono e per molti la primavera cade il 21 marzo. Tra l’altro, a testimonianza del fatto che le tradizioni sono molto radicate e non ci sono dati scientifici che le smantellino, basti pensare al celebre proverbio: «San Benedetto la rondine sotto il tetto». Sono decenni che la festa di san Benedetto è stata spostata all’11 luglio, eppure molti sono convinti che sia ancora il 21 marzo.

Il fatto che il 21 marzo tradizionalmente sia la data di inizio della primavera fa sì che questo giorno sia pieno di celebrazioni. Per quel che riguarda l’Italia le ricorrenze che cadono il 21 marzo sono le seguenti:

  • Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie (promossa da Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie);
  • Festa degli alberi;
  • Giornata nazionale del polline (una giornata che farà storcere il naso a chi soffre di allergie!);
  • Tiramisù Day.

Mentre in Australia il 21 marzo è l’Harmony Day a livello internazionale in questa giornata si ricordano:

  • Giornata mondiale della sindrome di Down;
  • Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale;
  • Giornata mondiale della poesia (patrocinata dall’UNESCO).

Come litblog la nostra attenzione è sulla Giornata mondiale della poesia, naturalmente.

21 marzo, Giornata mondiale della poesia

«La poesia non è un lusso», afferma Irina Bokova, Direttrice Generale dell’UNESCO in occasione della Giornata mondiale della Poesia 2017. Che poi continua «È alla base di ciò che siamo: donne e uomini che oggi vivono insieme, godono del patrimonio delle precedenti generazioni, custodi del mondo per i nostri figli e nipoti».

Per questa Giornata, l’Unesco ha scelto alcuni versi di Henry Wadsworth Longfellow (1807-1882):

Non abbiamo ali per spiccare il volo;
ma abbiamo piedi per salire e scalare
lentamente e progressivamente,
le cime nebulose della nostra epoca.

Commenta Irina Bokova:

La poesia, fatta di parole, colorata con immagini e composta seguendo una specifica metrica, possiede un potere senza eguali: scuotere la nostra quotidianità, ricordarci la bellezza di ciò che ci circonda e la capacità di resistenza dello spirito umano. La poesia è una finestra sulla meravigliosa diversità dell’Umanità.

Quindi prosegue:

La poesia, antica tanto quanto la lingua, rimane, in quest’epoca turbolenta, più indispensabile che mai, fonte di speranza e mezzo attraverso cui condividere il senso della vita sulla terra».

Qualora foste interessati, ricordiamo che noi della Graphe.it edizioni abbiamo una collana dedicata alla poesia: dateci un sguardo, se volete!

Foto | Konstantin Egorovič Makovskij [Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Graphe.it

 

“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)