0
pubblicato mercoledì, 14 giugno 2017 da Nymeria in Mondolibri
 
 

Libri ispirati a Jane Austen e alle sue opere

Alcuni libri ispirati a Jane Austen
Alcuni libri ispirati a Jane Austen

Jane Austen non ha solo scritto dei romanzi: parecchi altri scrittori dopo di lei si sono ispirati alle sue opere per i propri romanzi o racconti. Già nel 1926, Rudyard Kipling scriveva il racconto The Janeites (lo trovate nella raccolta Debits and Credits): un gruppetto di soldati della Prima Guerra Mondiale fan dei romanzi della scrittrice.

Saggi ispirati a Jane Austen

Se preferite i saggi, ci sarebbe quello di Lauren Henderson dal titolo Come trovare l’uomo giusto secondo Jane Austen. In pratica esaminando le protagoniste femminili dei romanzi della Austen, la scrittrice realizza un vero e proprio manuale di comportamento per le coppie.

Libri ispirati a Jane Austen: i romanzi

Ma torniamo ai romanzi. Nel 2008 arriva Il diario perduto di Jane Austen di Syrie James. Vi si immagina una love story fra la Austen e il Signor Ashford, personaggio a sua volta ispirato ai protagonisti maschili delle opere della Austen. Più particolare è Orgasmo e pregiudizio. Il sesso perduto di Jane Austen di Arielle Eckstut: qui l’autrice descrive scene erotiche presenti nei romanzi della Austen, ma censurate da Cassandra, la sorella della Austen. Ci sarebbe poi anche La ragazza che voleva essere Jane Austen, romanzo per ragazzi di Poly Shulman del 2007: Julia e Ashleigh sono due amiche che adorano la Austen. A un certo punto Asheigh si convincerà di essere Elizabeth Bennet.

Orgoglio e pregiudizio

A proposito di Orgoglio e pregiudizio, da questo libro molti autori hanno tratto ispirazione. Ricordiamo, per esempio, la trilogia di Pamela Aidan che riscrive la vicenda dal punto di vista di Mr. Darcy. Li trovate editi da Tea con questi titoli:

  1. Per orgoglio o per amore. Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo
  2. Tra dovere e desiderio. Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo
  3. Quello che resta. Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo

Molto particolare la quadrlogia di Carrie Bebris: nei suoi quattro romanzi gialli, i protagonisti sono Mr e Mrs Darcy. In questi seguel Darcy e Elizabeth incontrano gli altri protagonisti dei romanzi della Austen. I titoli sono:

  1. Orgoglio e preveggenza
  2. Sospetto e sentimento
  3. Le ombre di Pemberley
  4. L’enigma di Mansfield Park

Passiamo a Orgoglio e Pregiudizio e Zombie. Seth Grahame-Smith mescola parti del testo della Austen a elementi horror, in particolar modo gli zombie. Da questo romanzo è anche stato tratto un film. Che dire? In pratica sei lì che stai leggendo beatamente stralci della Austen, quando di punto in bianco interviene Seth Grahame-Smith e le sorelle Bennet si trasformano in un incrocio fra Goku e Naruto. E non sto scherzando. Esiste poi anche una trasposizione in versione manga della Goen di Orgoglio e pregiudizio e di Ragione e sentimento.

Altri libri ispirati a Jane Austen

Il libro Come Jane Austen mi ha rubato il fidanzato di Cora Harrison ci porta, invece, nell’Inghilterra del 1791. Qui Jane Austen e la cugina Jenny vanno in vacanza a Bath. Jenny vuole sposare il capitano Thomas Wiliams e chiede aiuto a Jane. La povera Jane si troverà nel bel mezzo di uno scandalo che rischia di rovinare per sempre la sua reputazione e la possibilità di trovare l’amore.

Da leggere anche J.A.S.P. – Jane Austen Summer Party di Virginia Cammarata. Facciamo la conoscenza della ventiseienne Zoe, in vacanza a Brighton con la famiglia. Zoe viene invitata a un party in onore di Jane Austen, la sua scrittrice preferita e si troverà ad avere a che fare con diversi personaggi: due organizzatrici assai perfide; una sorella a caccia di uomini; due uomini che si contendono i suoi favori; un padre amorevole, ma litigioso; una madre che non sa cosa ne sarà del futuro matrimoniale delle sue figlie.

Foto | Liftarn Mrs. Collins [Public domain], attraverso Wikimedia Commons – Pixabay




Nymeria

 

Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film… ce la farò?