0
pubblicato sabato, 9 settembre 2017 da Roberto Russo in News culturali
 
 

Premio Campiello Giovani 2017: vince Andrea Zancanaro

Premio Campiello Giovani 2017: Andrea Zancanaro
Premio Campiello Giovani 2017: Andrea Zancanaro

Con Ognuno ha il suo mostro il ventiduenne Andrea Zancanaro di Feltre (Belluno) ha vinto il Premio Campiello Giovani 2017. Si tratta di una storia originale e divertente sul disagio psichico e la diversità e sul significato che queste assumono nel mondo. La trama, stando a quanto leggiamo sulla pagina Facebook del Premio Campiello, è la seguente: «Un uomo fortemente disturbato nasconde il suo disagio psichico e la sua sofferenza in piccolo un negozio di animali, che gestisce col massimo ordine e precisione. Un giorno entra dalla porta una donna molto particolare, che si scopre frequentare il suo stesso psichiatra. Tra i due personaggi nasce un’intesa profonda, che è un’intersecazione delle loro diversità».

Congratulazioni ad Andrea Zancanaro (l’unico uomo di una cinquina prevalentemente femminile). E complimenti anche a tutti gli altri partecipanti.

Foto | Facebook

Premio Campiello Giovani 2017: la cinquina finalista

28 aprile – Ed eccoli qui i cinque finalisti del Premio Campiello Giovani 2017. Sono Arianna Babbi, 19 anni di Classe (RA), con il racconto Cerchi, Martina Pastori, 20 anni di Rho (MI), con il racconto Un istante appena, Sahara Rossi, 18 anni di Roma, con il racconto Cuore di terra, Teresa Tonini, 17 anni di Ponzano Veneto (TV), con il racconto Restauración, Andrea Zancanaro, 21 anni di Feltre (BL), con il racconto Ognuno ha il suo mostro.

I racconti sono stati scelti dal Comitato Tecnico composto da Giuliano Pisani, Giulia Belloni e Licia Cianfriglia. L’annuncio della cinquina è avvenuto durante uno spettacolo al Teatro Nuovo di Verona, organizzato in collaborazione con Confindustria Verona e la Fondazione Atlantide, che ha visto protagonisti i 25 semifinalsiti di questa edizione del Campiello Giovani. A condurlo Federico Basso, Davide Paniate, Gianni Cinelli e Alessandro Betti di Zelig.

Ecco le motivazioni del Comitato Tecnico

  • Cerchi di Arianna Babbi. Perturbante. Una storia sulla fragilità della giovinezza e i suoi falsi miti, e sulla possibilità di riscattarsi in ogni momento della vita.
  • Un istante appena di Martina Pastori. Misterioso. Una storia che indaga i segreti disegni del destino, arabeschi indecrittabili che cerchiamo indefessamente di tradurre.
  • Cuore di terra di Sahara Rossi. Intenso. Una storia sul valore dell’identità e sul senso della vita, che spesso solo di fronte alla morte si rivela nella sua autenticità.
  • Restauración di Teresa Tonini. Catartico. Una storia sull’imperscrutabile oscurità delle relazioni umane, e sul tentativo di intraprendere un percorso di rinascita.
  • Ognuno ha il suo mostro di Andrea Zancanaro. Folcloristico. Una storia originale, divertente e caleidoscopica sul disagio psichico e la diversità ed il loro significato nel mondo.

Il vincitore del Campiello Giovani verrà proclamato venerdì 8 settembre 2017, scelto dalla Giuria dei Letterati, e premiato sabato 9 settembre 2017 sul palco del Teatro La Fenice di Venezia durante la cerimonia finale del Premio.

In foto | Da sinistra Sahara Rossi, Arianna Babbi, Andrea Zancanaro, Teresa Tonini e Martina Pastori – foto: Ufficio Stampa

Premio Campiello Giovani 2017: i 25 racconti semifinalisti

La Giuria di Selezione del Premio Campiello Giovani 2017 ha scelto i venticinque racconti semifinalisti. Per la Giuria (che è composta da dodici giurati: finalisti/vincitori della passate edizioni, il vincitore delle Olimpiadi di Italiano 2016 e vari lettori di case editrici) si è così espressa.

Titolo raccontoAutore / AutriceRegioneCittàEtà
GetsèmaniSonia AggioVenetoFrassinelle Polesine (Ro)21
CerchiArianna BabbiEmilia-RomagnaClasse (Ra)19
AspasiaElisabetta CavallinVenetoMarcon (Ve)15
La spada falcataCristina ColaceCampaniaAvellino17
La mongolfieraGabriele CorradiVenetoVerona21
Jeff Hawke nello spazio ed altre illustrissime storieIrene Di GiorgioGran BretagnaLondra21
FibonaccifobiaGuendalina FerriToscanaPistoia20
La PoupèeEleonora FiscoSiciliaSciacca (Ag)20
Preghiera di novembreIrene GianeselliPugliaBari19
AmorazzoVincenzo GrassoSiciliaCatania19
Il giorno prima di domenicaBenedetta MancusiPugliaFoggia21
La sposa del ventoGiulia MarzollaVenetoRovigo18
Damnatio memoriaeDaniele MassignaniVenetoValdagno (Vi)17
Un istante appenaMartina PastoriLombardiaRho (Mi)20
KhorakhanèMorena Martina PedrialiEmilia-RomagnaJolanda di Savoia (Fe)21
Il coinquilino di MonetAlessandro RedaelliLombardiaSeveso (Mb)21
Rictus tetanicoGiuseppe RizziPugliaMonopoli (Ba)21
Cuore di terraSahara RossiLazioRoma18
In the VoidEmma RussoCanadaVancouver20
Brandelli di vitaSusanna ScagliottiVenetoMestre (ve)17
RestauraciónTeresa ToniniVenetoPonzano Veneto (Tv)17
La ragazza del lagoCarola VaranoLombardiaDesenzano del Garda (Bs)19
Una notte giovaneMarta ViazzoliLazioRoma21
ParadossalmenteArianna ZacconiFriuli-Venezia GiuliaAzzano Decimo (Pn)19
Ognuno ha il suo mostroAndrea ZancanaroVenetoFeltre (Bl)21

La Giuria di Selezione ha anche segnalato il racconto Puntualità di Gianluca Amato – 17 anni, di Cesato Maderno (Mb).

Tra i racconti semifinalisti per il Premio Campiello Giovani 2017 la più giovane partecipante ha 15 anni (la veneta Elisabetta Cavallin), mentre il gruppo più nutrito è quello dei ventunenni (che, tra l’altro, è anche la maggiore età presente tra i candidati).

Stando al bando la cinquina finalista del ramo giovanile del Premio Campiello 2017 sarà resa nota il 28 aprile.

Premio Campiello Giovani 2017: pubblicato il bando

Si è messa in moto la macchina per il Premio Campiello Giovani 2017. Come è noto si tratta di un «premio collaterale» del Campiello ed è destinato a ragazze e ragazzi di età tra i 15 e i 22 anni, residenti sia in Italia che all’estero. Obiettivo del Premio è «promuovere la lettura e la scrittura tra i giovani e nelle scuole e aiutare gli aspiranti scrittori a trovare una prima opportunità per far emergere il loro talento».

Entro il 16 gennaio 2017 si potranno inviare i testi per partecipare al Premio Campiello Giovani. Si deve inviare un racconto in lingua italiana compreso tra dieci e venti cartelle. Tali testi saranno poi vagliati Giuria di Selezione. Entro il 15 marzo la Giuria selezionerà i venticinque elaborati che accederanno alla fase successiva del concorso. La palla passa quindi al Comitato Tecnico (composto da specialisti di letteratura moderna contemporanea designati dal Comitato di Gestione) che sceglierà i cinque racconti finalisti. I finalisti del Premio Campiello Giovani 2017 verranno annunciati il 28 aprile 2017. Il vincitore assoluto sarà scelto dalla Giuria dei Letterati del Premio Campiello e premiato nel corso delle serate conclusive del Premio, a settembre 2017.

Chi si aggiudica il Premio Campiello Giovani vince una vacanza-studio di due settimane in un Paese Europeo. I finalisti hanno invece diritto a una dotazione di libri e a un invito alla cerimonia di premiazione del Premio Campiello. Le cinque opere finaliste saranno raccolte in una collana realizzata a cura della Fondazione Il Campiello.

Tutti i dettagli per partecipare si trovano sul sito del Premio Campiello. E tenetelo d’occhio anche per il calendario di incontri nelle scuole. Come per gli anni scorsi, infatti, alcuni protagonisti delle scorse edizioni si recheranno nelle scuole per dare la possibilità agli studenti di ascoltare una testimonianza diretta, carpire informazioni e accogliere consigli utili.




Roberto Russo

 

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.