0
pubblicato lunedì, 1 gennaio 2018 da Graphe.it in Zibaldone
 
 

Il migliore augurio del Capodanno

Il migliore augurio del Capodanno
Il migliore augurio del Capodanno

Correva l’anno 1825 e nella chiesa delle suore elisabettine di Vienna, nel quartiere Landstrasse, padre Francesco Saverio Schwoy, Canonico regolare lateranense di Klosterneuburg, nonché confessore di Maria Clementina Francesca Giuseppa d’Asburgo-Lorena, arciduchessa d’Austria e principessa di Salerno, tenne la predica dal titolo Il migliore augurio del Capodanno in occasione della festa della circoncisione di Gesù, che cade il 1 gennaio.

Il migliore augurio del Capodanno venne poi tradotto in italiano da Pelagio Rossi e pubblicato, sotto forma di agevole libretto, l’anno seguente, a Napoli, dalla tipografia Porcelli.

Si tratta di un testo religioso. Una predica pervasa da così tanto afflato e speranza nel futuro che ci è sembrato bello proporvene una parte, quella finale, come augurio per il nuovo anno.

Il migliore augurio del Capodanno

Sì a tutti, a tutti, ed a me stesso in prima auguro il Signore Gesù nel cuore, affinché tutti con tranquillo, placido, e confidente coraggio possiamo inoltrarci nel nuovo anno, affinché colla sua assistenza, non possa atterrirci l’aspetto della morte, essendo pur vero, che chi ha Dio nel petto non può morire giacché egli vive, e viverà eternamente con Cristo; affinché possiamo in ultimo trovare salute nella buona coscienza, e nella modesta speranza, contro ogni sorpresa dell’orgoglio, e dell’ambizione; sicurezza nella filiale fiducia alla bontà di Dio, e nel retto desìo del suo regno, e della sua giustizia, contro le tentazioni dell’avarizia; e fortezza nel confidente sguardo all’albero della vita, a Gesù Nostro Salvatore e Dio, contro ogni inclinazione alla colpa. Sì, Signore Gesù, vieni tu stesso ad abitare nel nostro cuore, ivi regna e governa a tuo piacimento. Tu l’hai già per te formato, ed esso sarà sempre inquieto ed agitato, se non riposa in Te.

Questo è, miei diletti, l’augurio di felicità, l’augurio del Capodanno, il migliore, che io di cuore, e con sincera e affettuosa premura pel vostro bene spirituale e temporale a voi in questo sacro ed avventuroso giorno indirizzo. Iddio voglia benedirlo, e compiere tutto ciò, che può farci veramente felici su questa terra, e renderci degni dell’eterna felicità lassù nel Cielo. Amen.

Via | Google Books
Foto | Tom Ezzatkhah via Unsplash




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)