0
Posted mercoledì, 28 marzo 2018 by Roberto Russo in Premi letterari
 
 

Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2018: vincono «Hachiko» e «L’ultimo faro»

Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2018: i vincitori
Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2018: i vincitori

Hachiko. Il cane che aspettava di Lluis Pratz Martinez (Albe) e L’ultimo faro di Paola Zannoner (DeA) hanno vinto il Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2018, rispettivamente nella sezione +6 e +11 in cui il Premio è diviso.

L’annuncio, com’è ormai tradizione, è stato dato all’Illustrators Cafè della 55^ edizione della Bologna Children’s Book Fair ed è stata trasmessa anche online. (Ma perché usare uno smartphone, in verticale, per queste dirette? I misteri della comunicazione!).

Lo scorso ottobre nel selezionare la cinquina finalista per ogni categoria, il comitato scientifico aveva addotto le seguenti motivazioni per i libri che ora hanno vinto il Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2018. 

  • Categoria +6. Hachiko. Il cane che aspettava di Lluis Pratz Martinez, tradotto da Alberto Cristofori (Albe). «Un cane attende il padrone morto alla stazione di Tokyo. La trama riprende un fatto realmente accaduto che tocca sentimenti profondi. È la storia di una fedeltà che vince la morte raccontata con una scrittura lieve». Se volete approfondire, potete leggere la nostra recensione.
  • Categoria +11. L’ultimo faro di Paola Zannoner (DeA). «Quattordici ragazze e ragazzi che si raccontano intorno a un faro mettendo in comune le loro storie problematiche e affrontando un percorso di crescita condiviso. Un romanzo corale condotto con abilità e leggerezza nel tratteggiare le diverse psicologie adolescenziali».

A selezionare i libri che hanno vinto sono state decine di studenti fra i 6 e i 15 anni, provenienti da 83 scuole dislocate in Italia e all’estero. Il premio, del valore di 5.000 Euro per ciascun premiato, è offerto dall’azienda Strega Alberti. Al traduttore è stata consegnata una targa e un premio di pari entità offerto da BolognaFiere.

Inoltre una delle scuole componenti della giuria +6 e a un ragazzo componente della giuria +11 hanno vinto una targa e un premio in denaro (rispettivamente un bonus di 1.000 e di 500 euro) offerti da BPER Banca. Per quel che riguarda il primo bonus è andato all’Istituto Comprensivo Statale Zanella – Scuola Primaria Montegrappa di Bolzano Vicentino (Vicenza), mentre il secondo bonus è stato assegnato a Giulia Mereu del Liceo Scientifico Pacinotti di Cagliari per la migliore recensione di un libro della categoria +11 (nello specifico Il grido del lupo).

Premio Strega ragazze e ragazzi 2018: le cinquine finaliste

31 ottobre 2017 – Il comitato scientifico del Premio Strega ragazze e ragazzi 2018 – coordinato da Giovanni Solimine, presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci – ha reso note le cinquine finalisti del Premio. Come per gli anni precedenti, anche ilPremio Strega ragazze e ragazzi 2018 è organizzato in due tronconi: una per libri destinati a lettrici e lettori dai 6 ai 10 anni e una per lettrici e lettori dagli 11 ai 15 anni. Le cinquine sono, pertanto, così composte:

Categoria +6

  • Rumer Godden, La bambina selvaggia, tradotto da Marta Barone (Bompiani)
  • Susanna Mattiangeli, I numeri felici, illustrato da Marco Corona (Vànvere)
  • Lluis Prats Martinez, Hachiko. Il cane che aspettava, tradotto da Alberto Cristofori, illustrato da Zuzanna Celej (Albe)
  • Fabrizio Silei, L’università di Tuttomio, illustrato da Adriano Gon (Il Castoro)
  • Jutta Ricther, Io sono soltanto una bambina, tradotto da Bice Rinaldi, illustrato da Hanna Müller (Beisler)

Categoria +11

  • Melvin Burgess, Il grido del lupo, tradotto da Angela Ragusa (Equilibri)
  • Frances Hardinge, L’albero delle bugie, tradotto da Giuseppe Iacobaci e Claudia Lionetti (Mondadori)
  • Sjoerd Kuyper, Hotel Grande A, tradotto da Anna Patrucco Becchi (La Nuova Frontiera)
  • Bruno Tognolini, Il giardino dei musi eterni (Salani)
  • Paolo Zannoner, L’ultimo faro (DeA)

Un plauso al comitato scientifico che ha scelto titoli di case editrici diverse e non sempre le solite che, ahimè, siamo abituati a vedere allo Strega.

Il Premio Strega ragazze e ragazzi 2018

Al Premio Strega ragazze e ragazzi 2018 sono stati presentati ottanta titoli, quaranta per ogni sezione. Nella scorsa edizione i libri presentati sono stati ottantotto, mentre in quella precedente (che poi è stata la prima) cinquantacinque. Un numero considerevole di titoli tra cui scegliere, quindi.

Come leggiamo nel bando: « Il premio, di € 5.000 per ciascuna categoria di concorso, offerto da Strega Alberti, sarà consegnato agli autori vincitori a Bologna in occasione della Fiera del Libro per Ragazzi (26-29 marzo 2018). In caso di parità di voti per il primo posto, il premio sarà assegnato ex aequo. Nel caso in cui l’opera più votata sia in traduzione, è previsto un premio di pari entità per il traduttore, offerto da Bologna Fiere».

Ora i libri verranno votati da una giuria composta da lettrici e lettori fra i 6 e i 15 anni, provenienti da almeno cinquanta scuole primarie e secondarie in tutta Italia e all’estero, ripartite equamente tra le due fasce d’età.

Questo l’albo d’oro del Premio Strega ragazze e ragazzi:

  • 2017: David Cirici (traduzione di Francesco Ferrucci), Muschio (+6); Luigi Garlando, L’estate che conobbi il Che (+11)
  • 2016: Susanna Tamaro, Salta, Bart! (+6); Chiara Carminati, Fuori fuoco (+11)




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.