Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Soffocare di Chuck Palahniuk e le polpette di verza

 
Soffocare di Chuck Palahniuk e le polpette di verza
Soffocare di Chuck Palahniuk e le polpette di verza
Soffocare di Chuck Palahniuk e le polpette di verza

 
Scheda
 

Autore: Chuck Palahniuk
 
Titolo: Soffocare
 
Nome piatto: polpette di verza
 
Portata:
 
Difficoltà
 
 
 
 
 
2/5


 

Il perché dell'abbinamento


Ho pensato a questa ricetta perché la polpetta si presta per essere mangiata in un sol boccone: ma con queste, vi assicuro che sarà impossibile strozzarsi perché sono morbide e delicate. Però voi non fatele troppo grosse, ok?


In sintesi

La particolare storia raccontata da Chuck Palahniuk in “Soffocare” mi ha suggerito l’abbinamento con delle squisite polpette di verza. Ecco la ricetta.

0
pubblicatogiovedì, 13 febbraio 2014 da

 
La nostra biblioricetta
 
 

Soffocare di Chuck Palahniuk e le polpette di verzaChuck Palahniuk, c’è poco da fare, secondo me è un creativo a volte con tendenze terribilmente splatter. Ma, nonostante io non ami molto il genere splatter, vi assicuro che non riesco affatto a staccarmi dai suoi libri! I suoi racconti ti attanagliano, ti afferrano e non puoi smettere. Strappano anche parecchi sorrisi e risate grasse. Alcune amare, altre che vengon fuori da cuore. Per intenderci è colui che ha scritto il libro da cui è stato tratto il famoso film Fight Club. Anche di Soffocare è uscito il film al cinema ma non ha avuto affatto lo stesso successo del primo, anche perché non è forte come quello!

La storia raccontata in Soffocare è delirio puro che passa dal misticismo al cinismo freddo.

Victor, il protagonista è un ex studente di medicina che si occupa di procurarsi dei soldi per sostenere le spese mediche della madre, ricoverata in una clinica psichiatrica molto costosa. Attua un piano che prevede il minimo dispendio di energie e la massima resa, puntando sul lato affettivo della gente: sistematicamente va a cenare in un ristorante dove non è mai stato, e a un certo punto (ingoiando una quantità eccessiva di cibo) simula, ma neanche poi tanto, un soffocamento da cibo. Sistematicamente interviene il “salvatore” della serata che attua la manovra di Heimlich, e che, per meccanismi psicologici che il nostro caro Victor conosce bene, gli invierà periodicamente un assegno.

Tutta la storia è immersa in un contesto di incontri con spogliarelliste e incontri con altre persone che come lui sono dipendenti dal sesso. Rivelazioni della madre sulla sua infanzia e colpi di scena. Eredità di un certo peso e personaggi inquietanti.

Vi assicuro che non ci si può annoiare, anzi, una volta letta la prima pagina, non potrete berlo tutto d’un fiato!

Ingredienti delle polpette di verza

  • 2 grosse patate lessate, pelate e lasciate intiepidire
  • 1/2 cavolo verza affettato, stufato con 1 cipolla e passato con il mixer a immersione
  • Pangrattato
  • Sale
  • Olio evo

La ricetta delle polpette di verza

Soffocare di Chuck Palahniuk e le polpette di verza

Mescoliamo tutto quanto in una ciotola con le mani, schiacciando le patate a mano e se il composto risulta troppo liquido allora proviamo ad addensarlo un poco con il pangrattato. Creiamo quindi delle polpettone che passeremo prima nell’olio e poi nel pangrattato ed inforneremo a temperatura medio-alta per 10 minuti da un lato e altri 10 minuti dall’altro. Poi sforniamo e serviamo calde.

Buone, delicate e insieme ricche di minerali e antiossidanti.




Chiara Chiaramonte

 
Laureata in Tecnica Pubblicitaria, ciclista urbana, appassionata di tango argentino, e vegetariana da 14 anni, ha da sempre amato leggere, cucinare e sperimentare in cucina. Da questa passione oltre due anni fa è nato il suo blog – www.chiaracucina.it – sul quale pubblica una ricetta vegetariana al giorno, ed un anno fa ha pubblicato con Navarra Editore il libro: “ChiaraCucina. La cucina vegetariana, rapida, economica, ecologica” distribuito a livello nazionale, che ha presentato in giro per l'Italia e sta per andare in ristampa.








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)