Un articolo a caso


Al buio, di Carlotta Borasio e Andrea Malabaila

 
Carlotta Borasio - Andrea Malabaila, Al buio
Carlotta Borasio - Andrea Malabaila, Al buio
Carlotta Borasio - Andrea Malabaila, Al buio

 
Scheda del libro
 

Autore: Carlotta Borasio – Andrea Malabaila
 
Titolo: Al buio
 
Casa editrice: Intermezzi
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788897440338
 
Formato: eBook
 
Genere: , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
3.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Interessante esercizio di stile.

Aspetti negativi


Molto breve; chi è il morto?


In sintesi

«Al buio» è un racconto lungo, pubblicato in formato digitale da Intermezzi, scritto a quattro mani da Carlotta Borasio e Andrea Malabaila.

0
pubblicatomartedì, 1 agosto 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Carlotta Borasio - Andrea Malabaila, Al buio

Carlotta Borasio – Andrea Malabaila, Al buio

Al buio è il nuovo libro di Carlotta Borasio e Andrea Malabaila ed edito da Intermezzi Editore.

Il racconto «Al buio»

Al buio inizia dopo un blackout di mezz’ora che ha sparso il caos nella festa. Solo che quando la luce ritorna, nessuno vuole più festeggiare e divertirsi. Sul prato, infatti, è stato ritrovato il cadavere di un giovane uomo di cui ancora non si conosce l’identità. E non si sa la causa della morte.

Gli ingredienti per un mistery ci sono tutti: la festa del paese, un marito e una moglie, litigi e battibecchi, un blackout e una vittima. La storia si divide in due parti. Da una parte abbiamo quella raccontata da Carlotta che ci parla delle feste del paese della sua adolescenza e deve lottare con i fantasmi del passato. Dall’altra parte abbiamo Andrea che non riesce a capire la vita di provincia e ha problemi a gestire la gelosia. Dove sta la verità in mezzo a questi punti di vista e racconti diversi?

Un libro particolare

Al buio è un libro particolare – attenzione agli spoiler da qui in poi. Si tratta di un romanzo breve, nato come ispirazione dopo aver visto la serie tv The Affair, quella dove nella prima metà di ogni puntata la vicenda viene narrata dal punto di vista di lui e nella seconda metà dal punto di vista di lei. Al buio nasce, quindi, come un gioco, un romanzo scritto a quattro mani dai due autori (compagni sia nella vita che lavorativamente parlando): prendiamo la stessa vicenda, prima la descrive uno, poi l’altro. Come avrebbe reagito Carlotta in quella situazione? E come avrebbe agito Andrea?

Un modo per farci capire come le diverse persone interpretano le stesse cose che vedono o che fanno. Un interessante esercizio di stile che ci mostra anche uno spaccato di vita quotidiana con i classici comportamenti di lui e di lei: lui geloso, concentrato sul presente, amante della vita cittadina che non riesce a capire la vita di paese. Lei che ancora non riesce a scrollarsi le mille recriminazioni del passato, che ama la vita di adesso, ma che ci fa capire che vorrebbe ancora le ali per volare, adesso sta volando, ma a tratti si ha come l’impressione che si sia accontentata.

Il nostro parere sul libro

La cosa curiosa è vedere in che modo lo stesso fatto venga visto in maniera totalmente diversa: prendiamo il cellulare, l’una dice che non lo aveva con sé, l’altro che quando si accende la luce sostiene che lei lo stesse chiamando. Qui non si tratta di vedere due versioni della stessa cosa, sembra quasi di vedere due scene totalmente diverse.

In generale, Al buio è un libro carino da leggere, con anche una piccola sorpresa finale. Solo che mi ha lasciato un po’ l’amaro in bocca: io volevo sapere chi era il morto e perché era morto.




Nymeria

 

Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film… ce la farò?



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)