Un articolo a caso


L’arte di essere fragili, di Alessandro D’Avenia

 
Alessandro D'Avenia, L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita
Alessandro D'Avenia, L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita
Alessandro D'Avenia, L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita

 
Scheda del libro
 

Autore: Alessandro D'Avenia
 
Titolo: L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita
 
Casa editrice: Mondadori
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788804665793
 
Pagine: 209
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
4/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


La narrazione è fluida e coinvolgente, molto poetica.

Aspetti negativi


D’Avenia è un insegnante di lettere e in certi passi del libro, seppur in uno stile perfetto, sale un po’ in cattedra.


In sintesi

Ne «L’arte di essere fragili» Alessandro D’Avenia, fingendo un carteggio con Giacomo Leopardi, affronta i temi principali dell’esistenza.

0
pubblicatolunedì, 7 novembre 2016 da

 
La nostra recensione
 
 
Alessandro D'Avenia, L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita

Alessandro D’Avenia, L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita

Questo libro è rivoluzionario perché sradica e mette in discussione i cardini stessi della nostra società, dove tutto deve essere pratico, funzionale, bello, sintetico, veloce. Ne L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita, Alessandro D’Avenia scardina con metodo, logica e genialità questi principi, usando come arma impropria l’energia vitale di Giacomo Leopardi. Sì, proprio lui, il grande poeta vissuto più di due secoli fa e frettolosamente etichettato come pessimista e sfortunato. Insomma un perdente visto nella patinata ottica odierna.

Invece nelle pagine de L’arte di essere fragili D’Avenia, usando l’escamotage di un carteggio con il poeta, e anche riproponendo parti dei suoi scritti, lo riscopre come un uomo affamato di vita, ancorato alle proprie passioni nonostante la salute cagionevole e l’ostracismo attorno a lui. D’Avenia con uno stile fluido e coinvolgente prende per mano il lettore, attraverso similitudini, ragionamenti e riflessioni sulla società, sul nostro modo di vivere, di crescere i figli ed educare i giovani ci illustra come potremo migliorare. Vivere in maniera più naturale, meno schiavi delle convenzioni e del consumismo. E proprio ripercorrendo la vita di Leopardi, rivalutando la sua «rocciosa» e ostinata fragilità, l’autore trova ispirazione.

Viviamo in un’epoca in cui si è titolati a vivere solo se perfetti. Ogni insufficienza, ogni debolezza, ogni fragilità sembra bandita. Dalla terra degli sbagliati scampano temporaneamente quelli che mentono a se stessi costruendo corazze di perfezione, ma c’è un altro modo di mettersi in salvo, ed è costruire, come te, un’altra terra fecondissima, la terra di coloro che sanno essere fragili.

Quell’ispirazione, incredibile, quasi magica, che gli serve anche per rispondere alle domande che spesso i suoi giovani lettori e i suoi allievi, gli pongono. Quesiti all’apparenza semplici che sottendono invece i grandi dubbi esistenziali. E per le risposte la vita e le opere di Leopardi, riviste in un’ottica meno stantia e accademica di quella tradizionalmente scolastica, rappresentano una miniera di riflessioni e stimoli. E anche la chiave per cercare e trovare forse il segreto della felicità.




Patrizia Violi

 

Patrizia Violi è laureata in giurisprudenza, vive a Milano dove fa la giornalista, occupandosi di attualità, psicologia e costume. È sposata e ha due figlie: dalla sua esperienza famigliare è nato il blog extramamma.net. Ha scritto il romanzo “Una mamma da URL” (Baldini & Castoldi). Per Emma Books ha pubblicato “Love.com” e “Affari d’amore”.



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)