Un articolo a caso


Breve trattato sulle coincidenze, di Domenico Dara

 

 
Scheda del libro
 

Autore: Domenico Dara
 
Titolo: Breve trattato sulle coincidenze
 
Casa editrice: Nutrimenti
 
Anno: 2014
 
ISBN: 9788865943045
 
Pagine: 368
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
5/5


Voto degli utenti
10 Voti totali

 

Aspetti positivi


Una storia avvolgente, calda, sul destino e sulla possibilità di interferire su di esso a fin di bene.

Aspetti negativi


Spesso, tra le righe, inciampiamo nell’uso dialettale; purtroppo non sempre l’inserimento di parole di difficile comprensione facilita lo scorrere di una frase, soprattutto se l’autore non agevola il lettore con la traduzione in italiano.


In sintesi

Nel “Breve trattato sulle coincidenze” Domenico Dara ci presenta una storia avvolgente, calda, sul destino e sulla possibilità di interferire su di esso.

1
pubblicatomartedì, 5 agosto 2014 da

 
La nostra recensione
 
 

Breve trattato sulle coincidenze, di Domenico DaraLe lettere, quelle vere, scritte a mano su carta sobria o decorata, con le cancellature dettate dalla fretta di metter nero su bianco ciò che il cuore troppo velocemente detta, o perfette e senza sbavature. Le lettere lunghe, dense di pensieri da confidare, o brevi per dare una notizia urgente, quelle scritte con mano malferma se le accompagnava una grande emozione, o con tratto deciso. Le lettere la cui busta già tanto diceva, con l’indirizzo che raccontava di chi le spediva: i caratteri, il colore della penna, l’attenzione al non andar storti o proprio quell’andar storti che faceva sorridere il mittente. C’è chi ancora le scrive, c’è chi ancora le riceve, ma i più sono oramai quelli che le ricordano con nostalgia, ed è a loro che vogliamo dedicare il libro di cui vi parliamo oggi: Breve trattato sulle coincidenze, Nutrimenti edizioni, scritto dall’esordiente Domenico Dara e finalista al Premio Calvino 2013.

Un romanzo delizioso ambientato nel 1969 in Calabria, a Grifalco, ma che potrebbe narrare di qualunque piccolo centro del sud Italia, uno di quei luoghi di provincia in cui tutti si conoscono e la vita scorre con semplicità apparente. Protagonista – che si muove tra numerosi suoi concittadini – è il postino del paese, il quale dovrebbe essere colui che consegna missive a tutti e tutti conosce da una vita. Tuttavia, questo affascinate personaggio non si limita a questo ma… fa succedere le cose, le smuove, le alleggerisce o sblocca le fasi di stallo, le provoca o le facilita, poiché possiede la strana dote del saper imitare le calligrafie ma non solo: gli basta un’occhiata alla busta che contiene il messaggio nascosto, per comprendere di quale natura esso sia. E così non vi sono segreti, per lui, che apre legge e cataloga la posta del paese, traendone emozioni che la sua vita solitaria non offre.

Una strana malinconica figura, altruista e sentimentale, che facilita gli amori e tenta di alleviare i dolori, ma che ostacola anche – o almeno ci prova – le manovre losche dei politici del paese i quali, di certo, poco si preoccupano delle sorti dei poveri ingenui cittadini.

In tutto ciò, il postino resta incantato dalle coincidenze che emergono tra le righe delle lettere e del quotidiano, a tal punto da annotarle in un quaderno e numerarle, pensando che

La coincidenza è come una piccola lente di ingrandimento che chiarisce il groviglio e riporta ordine e significato dove non sembra che ci sia altro che confusione e accidentalità.

Addentrarsi in questo romanzo, la cui stesura è durata ben nove anni, è un po’ navigare tra le parole, avvicinarsi alle malie della scrittura e al coinvolgimento della lettura, accompagnare il destino delle cose e degli uomini, ed è bellissimo raffigurarsi quelle vie, cogliere i piccoli grandi miracoli quotidiani, carpire segreti e attendere che qualche mistero ci venga svelato.

Una deliziosa storia che insegna a non sottovalutare gli uomini semplici, solitari e schivi, poiché proprio loro spesso possiedono tutto un mondo interiore ricco, vivo e degno d’esser conosciuto.




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.








Potrebbe interessarti anche…

  1.  
    anna wood
     
     
     
     
     

    E’ un libro meraviglioso , e non uso il termine meraviglioso banalmente ma perche’ lo è davvero. Vorrei che tutti lo leggessero per rendersi conto di cosa sia scrivere da Dio una storia che riempe gli occhi il cuore e la mente.

    110 e lode a Domenico Dara





Di' la tua!


(richiesto)