Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Scrittori si nasce o si diventa? Secondo Pontiggia lo si diventa

 

 
Scheda del libro
 

Autore: Giuseppe Pontiggia
 
Titolo: Dentro la sera. Conversazioni sullo scrivere
 
Casa editrice: Belleville
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788890002403
 
Pagine: 302
 
Formato: cartaceo (con CD annesso)
 
Genere: , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Grande valore delle lezioni che è possibile ascoltare dalla viva voce di Giuseppe Pontiggia.

Aspetti negativi


La mancanza di un’edizione in eBook


In sintesi

«Dentro la sera. Conversazioni sullo scrivere» raccoglie diversi interventi di Giuseppe Pontiggia sull’arte dello scrivere.

0
pubblicatovenerdì, 17 febbraio 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Giuseppe Pontiggia, Dentro la sera. Conversazioni sullo scrivere

Giuseppe Pontiggia, Dentro la sera. Conversazioni sullo scrivere

Bene ha fatto la neonata Belleville Editore a pubblicare, nella collana diretta da Ambrogio Borsani e Roberta Cesana, il volume Dentro la sera di Giuseppe Pontiggia.

Il sottotitolo dice tutto: Conversazioni sullo scrivere. In effetti il libro offre al lettore la trascrizione di un interessante ciclo di lezioni-conversazioni radiofoniche che Pontiggia tenne nella primavera del 1994 per la trasmissione Dentro la sera di RAI-Radio Due su invito di Aldo Grasso.

Al libro è allegato il CD contenente la registrazione delle venticinque lezioni, e confesso di aver provato una certa emozione nell’ascoltare la voce pacata e ironica di questo grande autore, scomparso nel 2003 e oggi ingiustamente un po’ dimenticato, come sovente accade agli scrittori di casa nostra.

In queste conversazioni Giuseppe Pontiggia si rivolgeva a scrittori e aspiranti scrittori, ma senza il piglio dell’insegnante, quanto semmai del compagno d’avventura. Si trattava pur sempre di lezioni, certo, ma volte soprattutto a mettere in guardia chi si cimenta nella scrittura di qualità sui vari pericoli e problemi che necessariamente incontrerà: «Io non incoraggio mai a scrivere, cerco di avvicinare ai problemi di chi scrive e a prenderne distacco».

Alla fatidica domanda «Scrittori si nasce o si diventa?» Pontiggia così rispondeva: «(…) In senso stretto non ho mai conosciuto nessuno che sia nato scrittore: ho conosciuto alcuni che sono diventati scrittori attraverso un tirocinio piuttosto duro che è fatto di prove, di crisi, di tentativi, di fallimenti, di frustrazioni, di momenti anche liberatori; un percorso impegnativo e faticoso, ben lontano da quella connotazione vagamente euforica che è implicita nell’aggettivo “creativo”».

Sono parole che dovremmo tenere bene a mente tutti noi, che, a volte con eccessiva generosità, amiamo definirci “scrittori”… Del resto, la distanza tra Pontiggia e la figura tipica dello scrittore autoreferenziale, umorale e spesso altezzoso, convinto del proprio, fondamentale ruolo sociale è sempre stata abissale.

Anche per questo andrebbe riscoperta la produzione di un autore vero come Pontiggia, il cui acume introspettivo ben si sposava all’innata umanità e ironia che pure lo contraddistinguevano.




Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma.Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)