Un articolo a caso


Doctor Who. Sangue reale, di Una McCormack

 
Una McCormack, Sangue reale. Doctor Who
Una McCormack, Sangue reale. Doctor Who
Una McCormack, Sangue reale. Doctor Who

 
Scheda del libro
 

Autore: Una McCormack (traduzione di Matteo Crivelli)
 
Titolo: Sangue reale. Doctor Who
 
Casa editrice: Armenia
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788834430859
 
Pagine: 187
 
Formato: cartaceo
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
3/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Ci sono il Dottore e Clara, la rivisitazione del mito arturiano, il contrasto fra medioevo e tecnologia.

Aspetti negativi


Troppo spazio ai pensieri dei comprimari, parti introspettive dei comprimari che rallentano l’azione, non vengono citate le sopracciglia del Dottore.


In sintesi

In Sangue reale il Doctor Who e Clara arrivano col Tardis nella cittadina di stampo medievale di Varuz, una città dimenticata da tutti e alquanto strana.

0
pubblicatolunedì, 16 maggio 2016 da

 
La nostra recensione
 
 
Una McCormack, Sangue reale. Doctor Who

Una McCormack, Sangue reale. Doctor Who

I libri del Doctor Who sono l’unico modo che noi fan della serie abbiamo per campare fra una stagione e l’altra. Mentre per i volumi precedenti la casa editrice era Asengard Edizioni (Toccata da un angelo, La notte degli umani, L’inverno dei morti, Apollo 23, La pestilenza dei Cybermen, La generazione dei Dalek, Il miraggio, Insetti mutanti e La cellula sanguinaria), adesso è l’Armenia a occuparsi di portare in Italia i libri del Dottore più amato di sempre (Doctor Who. Silhouette). In questo caso l’autrice di Doctor Who. Sangue reale è Una McCormack, nota anche per aver realizzato alcune storie di Star Trek.

La trama di Doctor Who. Sangue reale è la seguente: il Dottore e Clara arrivano col Tardis nella cittadina di stampo medievale di Varuz, una città isolata e dimenticata da tutti. Varuz è una città strana: le strade sono illuminate da dispositivi che non dovrebbero essere presenti in una società con questo livello di tecnologia, ci sono armi laser e altri strani gadget tecnologici. Come al solito il Dottore e Clara finiranno invischiati in una serie di bizzarre e pericolose situazioni: il Dottore dovrà tentare di impedire una battaglia che il Lord Aurelio vuole scatenare per proteggere il villaggio, mentre Clara si trova invischiata in un complotto ai danni del Lord ordito dalla consorte e dal primo cavaliere. Il tutto complicato dall’arrivo di Cavalieri che non dovrebbero essere presenti su questo pianeta e che sembrano provenire dal ciclo arturiano.

Se siete fan del Doctor Who di sicuro gradirete il libro, troviamo il Dottore, Clara, il Tardis, c’è la giusta dose di suspense e mystery, anche se a dire il vero la risoluzione del mistero è abbastanza evidente sin da subito. Inoltre rispetto ai volumi precedenti mi è sembrato che ci fosse un po’ meno Dottore del solito. Capiamoci, c’è, ci sono i suoi lampi di genio, i battibecchi con Clara sul suo carattere leggermente scontroso in questa incarnazione, battutine, però ho avuto la sensazione che fosse stato dato troppo spazio ai comprimari. Anche le parti in cui questi comprimari parlano delle loro sensazioni rallentano un po’ l’azione e appesantiscono la lettura. Molto apprezzato, invece, il contrasto fra il mondo medievale e la tecnologia e i riferimenti al perché il Dottore e Clara sono in viaggio. Inoltre è stata anche interessante la rivisitazione dei miti arturiani e il nuovo viaggiatore spaziale introdotto, anche se temo che non lo rivedremo tanto presto.




Nymeria

 

Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film… ce la farò?



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)