Un articolo a caso


Dove troverete un altro padre come il mio, di Rossana Campo

 
Rossana Campo, Dove troverete un altro padre come il mio
Rossana Campo, Dove troverete un altro padre come il mio
Rossana Campo, Dove troverete un altro padre come il mio

 
Scheda del libro
 

Autore: Rossana Campo
 
Titolo: Dove troverete un altro padre come il mio
 
Casa editrice: Ponte alle Grazie
 
Anno: 2015
 
ISBN: 9788868330675
 
Pagine: 149
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Un libro vibrante, spudorato, intimo, con la voce narrante che racconta d’amore, di perdono, di comprensione, mediante un linguaggio che crea suggestioni, grazie anche agli inserimenti dialettali che conferiscono più vita alle parole.

Aspetti negativi


Non si può non notare che sono sempre di più gli autori che decidono di raccontare del loro padre, dunque l’argomento potrebbe non invogliare il lettore; nondimeno vale la pena di ascoltare anche questa voce.


In sintesi

Rossana Campo con Dove troverete un altro padre come il mio scrive un libro vibrante e intimo grazie a un linguaggio che crea suggestioni.

0
pubblicatomercoledì, 1 giugno 2016 da

 
La nostra recensione
 
 
Rossana Campo, Dove troverete un altro padre come il mio

Rossana Campo, Dove troverete un altro padre come il mio

Dove troverete un altro padre come il mio di Rossana Campo, è il libro che vi proponiamo oggi. Pubblicato da Ponte alle Grazie, rappresenta qualcosa di prezioso non soltanto per l’autrice ma anche per coloro che lo leggeranno: intimo, profondo, autobiografico e doloroso, crea una condivisione tra lettore e scrittore poiché svela strappi e ferite, mancanze o mutilazioni, ma anche grandi sentimenti, di quelli che non ci lasciano mai neppure quando sarebbe naturale, comprensibile o comodo se lo facessero.

Tutti abbiamo o abbiamo avuto un padre e ci ritroviamo in qualche modo impregnati dei suoi stessi pregi e difetti; Rossana Campo ci racconta dei mille volti del suo, Renato lo spavaldo, lo sbruffone, ora rissoso e collerico, ora tenero e affettuoso. E narra del proprio incondizionato amore per lui (totalmente ricambiato), che non viene meno neppure quando lei e sua madre sono costrette ad uscire di casa per evitare di subire la sua rabbia impastata d’alcol.

Ebbene sì, quel Renato all’apparenza così indistruttibile, si rivolge alla bottiglia per sopravvivere alle proprie fragilità, e comincia a farlo in seguito a una grande delusione lavorativa che ha lasciato traccia indelebile in tutto il suo vivere. Radiato dall’arma dei carabinieri, lavori saltuari e poco attraenti a ricoprire di polvere e amarezza la medaglia al valore, una personalità che in qualche modo anche sua figlia condivide, perché “noi due siamo diversi da tutti, perché abbiamo dentro al cuore lo swing e ci piace vivere così, liberi da tutte le catene, liberi dalle ipocrisie…”

E ancora: “Io sono simile a Renato? Ho beccato la sua eredità genetica? Forse, quello che mia madre temeva si è avverato. Siamo come gemelli, io e lui, come fratelli, più che padre e figlia. Cosa significa? Sono un po’ preoccupata per quello che sto scoprendo.”

Le pagine di Dove troverete un altro padre come il mio scorrono tra presente e passato, con la voce narrante che racconta mediante un linguaggio che crea suggestioni, non tanto ricercato quanto veritiero e fluido, con inserimenti dialettali che conferiscono più vita alle parole.

La famiglia serena, poi il crollo di Renato, tutto che si disgrega. Le difficoltà di adattarsi alla vita del nord per “noi della bassa Italia”, il maestro di vita che all’improvviso lancia piatti e bicchieri contro il muro, il Renato tanto amato che in certe giornate rappresenta il nemico di un’infanzia serena, quella che è un diritto per ogni bambino. Confusione, nell’osservare questo padre così vitale eppure così autodistruttivo. Ma è il senso del perdono, della comprensione, dell’accettazione di limiti e vulnerabilità, ad emergere in qualità di vero protagonista del libro. Ci commuove, ci coinvolge, e insegna a custodire nella memoria la ricchezza presente anche nell’uomo più scombinato e apparentemente difficile da amare.

Rossana Campo è un’autrice che lascia il segno e qui lo fa anche come figlia, come donna, raccontando di sé senza pudore e favorendo riflessioni intime anche in chi legge.

“Ho cercato di assomigliarti il meno possibile, ma ti somiglio troppo, non mi escono mai i sentimenti giusti, le cose giuste, educate, la faccia buona da tirare fuori con le persone in certe occasioni. E quello che ho dentro, lo tiro fuori solo quando scrivo”.

Un motivo in più per leggere non solo Dove troverete un altro padre come il mio, ma anche tutti i titoli che questo grande talento letterario vorrà regalarci.




Susanna Trossero

 

Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)