Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Gin tonic a occhi chiusi, di Marco Ferrante

 
Marco Ferrante, Gin tonic a occhi chiusi
Marco Ferrante, Gin tonic a occhi chiusi
Marco Ferrante, Gin tonic a occhi chiusi

 
Scheda del libro
 

Autore: Marco Ferrante
 
Titolo: Gin tonic occhi chiusi
 
Casa editrice: Giunti
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788809833067
 
Pagine: 350
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
3.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Ironico, divertente, a tratti sprezzante. Una lettura piacevole.

Aspetti negativi


Non siamo davanti a una narrazione tradizionale. Non è una saga. Si nota il piglio giornalistico, che può non piacere a tutti.


In sintesi

In «Gin tonic a occhi chiusi» Marco Ferrante dipinge il ritratto, impietoso, di una famiglia romana altoborghese, tra gossip, scandali e corruzione.

0
pubblicatolunedì, 20 marzo 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Marco Ferrante, Gin tonic a occhi chiusi

Marco Ferrante, Gin tonic a occhi chiusi

Gin tonic a occhi chiusi di Marco Ferrante, edito da Giunti, è la storia di tre fratelli, della loro madre e di come procedono nelle proprie e nelle altrui vite, percorsi da un invincibile desiderio di elegante sopraffazione del prossimo.

Gianni, primogenito destinato a ereditare la professione paterna, è un fiscalista: «La sua postura – sempre ben piantato sulle gambe, con la testa eretta e il mente appena verso l’alto – dice molto della sua indole. Tende sempre a rimarcare il suo spazio, per dire “questo sono io”. Al fondo è intollerante. Lo nasconde, ma è spocchioso».

Paolo, il secondogenito, politico e politicante, sempre alle prese con le sabbie mobili che lui stesso ha approntato intorno a sé per inerzia: «Quando tradisce sua moglie, chiama subito sua madre, cosa che fa di rado. Le chiede come sta, che cosa sta facendo, eccetera. Siccome lei di base ha sempre qualche generico motivo per rimproverarlo, il rimprovero materno gli sembra un’espiazione per rimediare al torto fatto a sua moglie».

Ranieri, terzogenito, cocco di mamma, invidiato dai fratelli a cui più di una volta para le spalle (non senza nutrire anche lui un certo disprezzo nei loro confronti): «È un giornalista dalla carriera estremamente regolare. Ha lavorato sempre e solo in un giornale […] È un paraculo, certo, ma in modo discreto, senza offesa. Piace moltissimo per il modo in cui porta la sua professione […] ma soprattutto perché – nonostante la sua professione – è passabilmente ricco…»

Oltre alla madre, naturalmente, in questo universo maschile ci sono le mogli, le amanti, le domestiche, le fidanzate. Tutti presi in un grande girotondo mosso dalle loro ambizioni, dal loro ego smisurato e da una seria mancanza di autocritica.

Fra tradimenti, arresti, denunce, gravidanze, lavori da perdere e da conquistare, cene, pranzi, riunioni di famiglia, conversazioni noiose e sempre uguali, assistiamo alle singole parabole dei protagonisti e dei loro comprimari (Anna Rangone, Nora Nori, Enzo Arganti e alcuni altri) sullo sfondo di una Roma ormai più simbolica che reale.

Il cattivissimo e arguto Marco Ferrante, vicedirettore di La7, con Gin tonic a occhi chiusi è al suo quarto libro. Viviseziona una certa borghesia che si dà toni aristocratici, ma che è costretta a relazionarsi con i ceti inferiori per sopravvivere. È ancora più spietato, però, quando racconta la fine delle relazioni stabili, della famiglia, della paternità e della maternità.

Quasi mi duole dirlo, ma ho conosciuto persone di siffatta pasta, disorientate non tanto dalla critica percezione del proprio anacronismo, quanto dall’impossibilità di mantenersi saldi e di ottenere il proprio tornaconto tra rapidi mutamenti. Mi sono quindi davvero goduta Gin tonic a occhi chiusi e il tono con cui Marco Ferrante taglia i personaggi. Lucido. Ironicamente cattivo. Divertente.




Mariantonietta Barbara

 
Editore digitale con il marchio Lazy BOOK e web writer, ha vissuto in Puglia, a Roma e in Veneto, dove risiede. Ha scritto per diverse testate di nanopublishing. Si è occupata di blogging e web strategy per piccole aziende. Leggere, scrivere e perdersi nelle serie tv sono le sue grandi passioni.








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)