Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Il condominio degli amori segreti, di Livia Ottomani

 
Livia Ottomani, Il condominio degli amori segreti
Livia Ottomani, Il condominio degli amori segreti
Livia Ottomani, Il condominio degli amori segreti

 
Scheda del libro
 

Autore: Livia Ottomani
 
Titolo: Il condominio degli amori segreti
 
Casa editrice: Newton Compton
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788854198319
 
Pagine: 286
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Un libro delizioso, scorrevole, leggero ma dal buon ritmo, privo di momenti morti o fasi di stallo. Vi si trovano i giusti ingredienti per catturare il lettore, avvincerlo fino all’ultima pagina. Un romanzo perfetto per chi vuole staccare la spina.

Aspetti negativi


Temiamo che si tratti di un esperimento, e che “Livia Ottomani” possa nascere e morire con questo libro. Mentre in realtà, il sodalizio tra gli otto autori dovrebbe continuare, visto l’ottimo risultato. Chissà se possiamo sperarci…


In sintesi

«Il condominio degli amori segreti» è un romanzo di Livia Ottomani che racconta la vita in un condominio romano. E «condominiale» è anche la scrittura.

1
pubblicatomartedì, 14 febbraio 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Livia Ottomani, Il condominio degli amori segreti

Livia Ottomani, Il condominio degli amori segreti

Il condominio degli amori segreti (Newton Compton Editori), è un delizioso romanzo corale, sebbene il nome stampato sulla copertina sia quello dell’autrice Livia Ottomani. In realtà, proprio quell’Ottomani dovrebbe svelarvi la verità: si tratta dello pseudonimo di otto scrittori che, qualche anno fa, dopo essersi conosciuti a un corso di scrittura, hanno deciso di non perdersi di vista e di cimentarsi nella stesura di una storia tutti insieme.

In verità, il loro esperimento è riuscito perfettamente, poiché ci hanno regalato un romanzo che rilassa, diverte, avvince e ci fa arrivare alla parola fine con un sorriso.

Narrata in terza persona, la vicenda è ambientata nel quartiere romano Garbatella, per l’esattezza in un condominio composto da un gruppo di palazzine basse che circondano un giardino, spazio che i vari inquilini hanno in comune. Il lotto V, questo il nome, è abitato da persone di diversa età, e piuttosto varie in quanto a psicologia e abitudini. La storia, naturalmente, ha una protagonista principale, Anita, che si barcamena tra un grande amore corrisposto ma segreto, la vita quotidiana con sua madre Giovanna e i turisti che per lavoro accompagna in giro per i monumenti della Capitale.

Mizuki, elegante e composto giapponese, un dirigente che ha parecchi anni più di lei, potrebbe non piacere a Giovanna proprio per via della differenza d’età, e non è semplice affrontare il discorso. Non lo è soprattutto se – nel momento in cui ci si sente quasi pronti – si intromette un nuovo inquilino di passaggio, Daniele, bel musicista che riemerge a tradimento proprio dal passato di Anita.

Equivoci, bugie, subdole attrazioni, ritorni di fiamma, ma anche amori collaudati, grandi affetti e amicizie fasulle, stanno là dietro le finestre degli appartamenti del Lotto V, mentre la signora Pina tutto vede e annota nel suo diario segreto, mettendo insieme ogni tassello del puzzle con l’abilità di una vera e propria detective.

Si tratta di una storia in cui i personaggi secondari, secondari non lo sono per niente e arricchiscono, completano, vivacizzano e divertono.

Ci si affeziona a tutti loro, li si conosce quasi fossimo anche noi abitanti di quel bizzarro condominio che ha eletto – come luogo di incontro e di aggregazione – l’orticello ricavato nel giardino interno; tutti ci lavorano, tutti lo curano, lasciando che la vita e i suoi colpi di scena si intrufolino tra insalate, pomodori e zucchine.

Il condominio è ancora immerso nel sonno quando il chiarore dell’alba sorprende le pareti color ocra, il rilievo dei mattoni e i suoi tetti rischiarati. Il silenzio è interrotto in lontananza solo dal passaggio di qualche autovettura. Il lotto V è un essere vivente, più che mai in primavera. I suoi inquilini sono cellule, i loro rapporti respiro accelerato, i loro sorrisi piacere collettivo.

Il condominio degli amori segreti è un libro delizioso, rilassante, piacevole, dal buon ritmo e la giusta costruzione. Gli autori, che vivono più o meno tutti a Roma, sono stati più che in grado di amalgamare i giusti ingredienti per avvincere il lettore, e hanno saputo inserire tra le pagine anche pezzi di storia della Capitale, regalando informazioni suggestive senza mai dilungarsi troppo né rallentare la narrazione.

Vi consigliamo la leggerezza de Il condominio degli amori segreti poiché è secondo noi utile per chi vuole davvero staccare la spina.




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.








Potrebbe interessarti anche…

  1.  
    ANNA FROSALI

    Livia Ottomani ringrazia di cuore a nome di tutti gli autori.





Di' la tua!


(richiesto)