Un articolo a caso


La colonna di fuoco, di Ken Follett

 

 
Scheda del libro
 

Autore: Ken Follet (traduzione: Annamaria Raffo e Roberta Scarabelli)
 
Titolo: La colonna di fuoco
 
Casa editrice: Mondadori
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788804676270
 
Pagine: 912
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
4.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


L'elenco dei personaggi (sempre utile), il periodo storico analizzato, la capacità di romanzare i fatti storici rendendoli più appetibili, ma senza stravolgerli, l'accuratezza storica.

Aspetti negativi


Personaggi troppo lineari e suddivisi fra buoni e cattivi.


In sintesi

«La colonna di fuoco» è il terzo titolo della saga di Kingsbridge (I pilastri della terra, Mondo senza fine) di Ken Follett.

0
pubblicatolunedì, 2 ottobre 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Ken Follet, La colonna di fuoco

Ken Follet, La colonna di fuoco

Ken Follett ci riporta nel mondo della saga di Kingsbridge: dopo I pilastri della terra e Mondo senza fine, ecco che la saga prosegue con La colonna di fuoco. Ci troviamo nel 1558 a Kingsbridge: Ned Willard torna a casa solo per scoprire che il suo mondo sta cambiando. Solo la cattedrale persiste immutata nel tempo. Ned è il figlio di un mercante ricco, protestante, e vuole sposare la figlia del sindaco cattolico della cittadina, Margery Fitzgerald. La cosa, però, non è possibile per via dei diversi schieramenti religiosi e Ned deve lasciare Kingsbridge, finendo per l’essere assoldato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, non ancora diventata Elisabetta I d’Inghilterra.

Una volta diventata regina, Elisabetta deve vedersela subito con le pretese al trono della cugina Maria Stuarda, regina di Scozia. La regina crea una rete di spie, fra i quali finisce anche Ned, diventato uno dei delatori più importanti. L’amore fra Ned e Margery, dunque, deve sottostare ad almeno mezzo secolo di lotte religiose. Riusciranno mai Ned e Margery a coronare il loro sogno d’amore in un mondo che sembra essersi scordato il significato della parola «libertà»?

La colonna di fuoco

Ken Follett si dimostra ancora una volta un abile maestro nel proporci romanzi storici. Anche questa volta il romanzo è autoconclusivo, quindi non è necessario avere letto i due volumi precedenti, anche se sarebbe consigliato, visti i numerosi riferimenti ad accadimenti precedenti. Il pregio di Follett è di riuscire a farci amare la storia, senza trasformare la vicenda in un mero resoconto sterile di fatti, nomi e date. Il periodo storico descritto è uno dei preferiti anche dal cinema e dal mondo televisivo: è il periodo di Elisabetta I, di Maria Stuarda e delle lotte fra cattolici e protestanti. È un periodo storico che molti conoscono, tuttavia Follett riesce a farcelo apprezzare in maniera particolare perché mescola abilmente perfette ricostruzioni storiche con le storie dei personaggi normali.

Si vede che alle spalle del romanzo La colonna di fuoco c’è stato un attento lavoro di ricostruzione storica. In mezzo ai fatti storici si innestano poi le vicende dei vari personaggi, cosa che ci permette di vedere tali accadimenti non solo con gli occhi dei personaggi storici, dei potenti dell’epoca e dei cronisti, ma anche con quelli delle persone comuni, che hanno lavorato dietro le quinte di tali avvenimenti.

Alcune considerazioni sul romanzo di Ken Follett

L’unica pecca de La colonna di fuoco, forse, è che talvolta tali personaggi sembrano esistere solamente in funzione di tali avvenimenti storici. Si perde un po’ l’insieme, al di là del lavoro e del ruolo del singolo. Come sempre, poi, non mancano storie d’amore funestate e travagliate, anche se in molti casi il lieto fine prima o poi arriva.

Altro piccolo difetto dei personaggi è l’appartenere a uno schieramento totalmente bianco o totalmente nero: o sono sempre buoni buoni o sono sempre cattivi cattivi. Ogni tanto farebbe piacere trovare qualche protagonista un po’ più sfaccettato, con un’evoluzione magari in ambo i sensi.

Lo stile è quello solito di Ken Follett, molto lineare e fluido. Nonostante la mole, La colonna di fuoco scorre molto velocemente.

Particolarmente utile l’elenco dei personaggi a inizio del romanzo, sempre apprezzato nei romanzi in cui ci sono parecchi nomi e l’elenco finale dei personaggi storici realmente esistiti.

Un libro dunque da leggere, soprattutto se amate quel periodo storico.




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)