Un articolo a caso


La più odiata dagli italiani, di Davide Bacchilega

 
Davide Bacchilega, La più odiata dagli italiani
Davide Bacchilega, La più odiata dagli italiani
Davide Bacchilega, La più odiata dagli italiani

 
Scheda del libro
 

Autore: Davide Bacchilega
 
Titolo: La più odiata dagli italiani
 
Casa editrice: Las Vegas
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788895744407
 
Pagine: 300
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
3/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Mostra il mondo del calcio per quello che è dietro ai fronzoli dei media; le frecciatine verso la più odiata dagli italiani.

Aspetti negativi


Le ripetizioni a effetto.


In sintesi

«La più odiata dagli italiani» è un romanzo irriverente di Davide Bacchilega che offre uno spaccato realistico del mondo del calcio.

0
pubblicatolunedì, 25 settembre 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Davide Bacchilega, La più odiata dagli italiani

Davide Bacchilega, La più odiata dagli italiani

Per chi ama il calcio, un libro irriverente che fornisce uno spaccato piuttosto realistico su quel mondo e su tutto quello che vi ruota intorno è La più odiata dagli italiani di Davide Bacchilega.

La più odiata dagli italiani

La trama vede come protagonista l’allenatore Vincenzo Sarti, brusco, senza peli sulla lingua e indifferente al fatto che le sue opinioni siano invise a tutti. Allenatore del Bologna, ha saputo guidare la squadra ai vertici della classifica, non risparmiando mai bordate contro la squadra che considera la sua arci nemica, la più odiata dagli italiani, quella che non viene mai nominata nel libro se non nella citazione iniziale di David Peace, ma che tutti capiamo quale sia visto che ha una maglia a strisce, di casa a Torino e il suo padrone ha un cane dalmata di nome Gobbo. Il problema, però, arriva quando proprio la squadra più odiata dagli italiani, a secco di vittorie da tre anni, offre a Sarti un’occasione irripetibile: diventare il suo allenatore.

Nonostante tutto il suo odio e i suoi principi, Sarti finisce con l’accettare e la sua strada inevitabilmente si incrocia e si scontra con quella del centravanti Alex Rambaldi, ormai in declino e succube di una madre manager, e con quella di Maicol Cammarata, giornalista sportivo che condivide con Sarti verità nascoste capaci di rovinare la sua carriera. Sarti dovrà lottare in un campionato di calcio in cui tutti gli sono nemici: dai tifosi della ex squadra a quelli della nuova, dai giocatori messi da parte ai giornalisti, trovandosi a lavorare proprio per quella compagine che ha sempre odiato. E si troverà a fare i conti anche con il difficile compromesso fra identità privata e immagine pubblica: chi è veramente Sarti?

Uno sguardo al mondo del calcio

Il libro di Davide Bacchilega ci porta nel mondo del calcio, non solo in quello della partite che vediamo in televisione, con tanto di radiocronaca e di spiegazioni su come vengono costruiti gli articoli inerenti le partite o su come si svolgono gli allenamenti, ma anche nel retro mondo del calcio, quello delle scommesse, degli intrighi e degli intrallazzi. Quel mondo reale dietro la patinatura delle foto su Instagram e degli articoli creati ad arte per elogiare o abbattere l’emblema del momento.

Un libro crudo a tratti, ma che finisce col coinvolgerti: ce la farà Sarti a far capire ai vertici della squadra più odiata dagli italiani la sua visione del calcio? Il giornalista Cammarata verrà a patti con se stesso e con la sua insicurezza? Rambaldi riuscirà a ritrovare in sé il calciatore che voleva essere prima che la gloria e il business reclamassero la sua anima?

Diciamo che in una vicenda come quella raccontata in La più odiata dagli italiani, in cui tutto potenzialmente poteva andare male, il lieto fine c’è per quasi tutti, anche se lascia un po’ l’amaro in bocca perché ti fa capire che mentre alcune cose possono migliorare, altre saranno sempre uguali. E ti fa capire che la strada per trovare se stessi è sempre più impervia del previsto.

Lo stile di Bacchilega è particolare, ironico e dissacrante in alcuni punti. In altri, per sottolineare il concetto del momento, tende a usare ripetizioni a effetto che, però, a lungo andare tendono ad appesantire un po’ la lettura.




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)