Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


L’amore che mi resta, di Michela Marzano

 
Michela Marzano, L'amore che mi resta
Michela Marzano, L'amore che mi resta
Michela Marzano, L'amore che mi resta

 
Scheda del libro
 

Autore: Michela Marzano
 
Titolo: L'amore che mi resta
 
Casa editrice: Einaudi
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788806234386
 
Pagine: 235
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
3.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Coinvolgente. Costringe il lettore a un punto di vista che non è il suo.

Aspetti negativi


Alcune ripetizioni, volte a sottolineare lo stato d'animo della protagonista.


In sintesi

«L’amore che mi resta» è un intenso romanzo di Michela Marzano sulla maternità, un libro che sceglie di seguire strade non facili.

0
pubblicatogiovedì, 20 aprile 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Michela Marzano, L'amore che mi resta

Michela Marzano, L’amore che mi resta

L’amore che mi resta, il romanzo di Michela Marzano, appena uscito per Einaudi, affronta in modo diretto e senza mezzi termini il dolore che attraversa un’intera famiglia. Daria deve misurarsi con il suicidio della figlia; Giada, sua figlia, ha dovuto affrontare il vuoto dell’abbandono e l’impossibilità del riconoscimento, a causa del mancato confronto con la madre biologica; il suo compagno, il marito di Daria e l’altro suo figlio sono invece costretti a barcamenarsi tra il dolore della propria perdita e quello delle donne che amano.

Come Giada si è ripiegata su se stessa, al punto da non poter più uscire dalla sua sofferenza, così anche Daria rischia di non riprendersi più: «Se il confine tra la forza e la debolezza fosse una linea da tracciare tra lo spazio e il tempo, se la lontananza da quella linea dipendesse dall’intensità del dolore, più vicino alla debolezza, più lontano dalla forza, se quella linea mi attraversasse il cuore, come la notte che riesce a cancellare i colori e le forme, non ci sarebbe più differenza tra il cielo e la terra».

Nel suo cammino per non soccombere è accompagnata da un pressante senso di colpa: «Non avevo capito niente. Come ho potuto essere così cieca, così chiusa nella mia stupida, ingenua convinzione che fossimo felici, che il mio amore ti bastasse, che tappasse ogni buco?»

E dall’impossibilità di credere che un giorno andrà meglio, nonostante cerchino di confortarla persone che hanno affrontato lo stesso tipo di perdita: «Il fatto che nella nostra vita le persone vadano e vengano è una realtà, Daria. Puoi combattere finché vuoi, ma non cambia nulla. Puoi arrabbiarti con Dio e pensare che ce l’abbia con te. Ma la vita non fa altro che accadere. Sta a noi accettarlo o no, Daria».

Michela Marzano e le strade non facili de «L’amore che mi resta»

Michela Marzano, filosofa intelligente e attenta al dolore, con L’amore che mi resta scrive un romanzo che non potrà fare a meno di trascinare i suoi lettori nell’abisso e nelle contraddizioni della protagonista. Né lei né i personaggi sono canonicamente simpatici, come in molti di questi romanzi. Michela Marzano non percorre strade facili.

Tuttavia, pur essendo ordinaria di filosofia, la sua tecnica narrativa non è affatto pretenziosa e chiusa in se stessa, ma anzi scioglie temi e pensieri complessi (inerenti al senso della vita, dell’amore e della stessa morte) rendendo la sua riflessione accessibile a molti.








Potrebbe interessarti anche…

Mariantonietta Barbara

 
Editore digitale con il marchio Lazy BOOK e web writer, ha vissuto in Puglia, a Roma e in Veneto, dove risiede. Ha scritto per diverse testate di nanopublishing. Si è occupata di blogging e web strategy per piccole aziende. Leggere, scrivere e perdersi nelle serie tv sono le sue grandi passioni.


0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)