Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


L’amore è una bugia, di Patrizia Violi

 
Patrizia Violi, L'amore è una bugia
Patrizia Violi, L'amore è una bugia
Patrizia Violi, L'amore è una bugia

 
Scheda del libro
 

Autore: Patrizia Violi
 
Titolo: L'amore è una bugia
 
Casa editrice: Giunti
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788809835108
 
Formato: eBook
 
Genere: , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
4.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Una lettura piacevole, con alcuni risvolti piccantini come i peperoncini in copertina.


In sintesi

Con «L’amore è una bugia» Patrizia Violi indaga sulle bugie – piccole e grandi – che si dicono in amore e dove possono portare.

0
pubblicatomercoledì, 31 maggio 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Patrizia Violi, L'amore è una bugia

Patrizia Violi, L’amore è una bugia

«La verità è bella. Senza dubbio. E così sono le bugie». Così scrisse Ralph Waldo Emerson nei suoi Journals. Ed è un’affermazione che, credo, troverà d’accordo molte persone. O, per lo meno, i personaggi del romanzo L’amore è una bugia di Patrizia Violi. Le bugie, infatti, anche quelle semplici e innocue all’apparenza, hanno un ruolo importante in questo romanzo, in cui il confine tra il detto e il non detto è spesso labile e la menzogna che si dice potrebbe essere benissimo una verità non completa.

Perché l’amore è una bugia?

L’amore è una bugia racconta di Elena, giovane laureata. Al pari di molte persone nel nostro Paese, fa un lavoro precario (nient’affatto in linea con la sua laurea) e prova a sbarcare il lunario. Conosce Mattia, giornalista musicale, più grande di lei e molto, molto affascinante. Un rubacuori o uno sciupafemmine, a seconda di come si vedono le cose. Sappiamo come vanno le cose e la differenza d’età non è affatto un problema quando c’è feeling. Così Elena e Mattia si piacciono e tanto.

Ma il quadro non è così idilliaco come potrebbe sembrare. Qua e là nella loro storia qualche mezza bugia è stata detta, qualcosa è stata nascosta… e tutto alla fine (anzi, a metà del romanzo) salta: è forse rispuntato l’animo libertino di Mattia? Qui entra in gioco Andrea, l’amico del giornalista, l’amico bruttino del giornalista a dirla tutta. Però suo fedele braccio destro dai tempi del liceo. O forse no: quante bugie ci saranno state anche nel rapporto di amicizia tra i due uomini?

La storia raccontata da Patrizia Violi e ambientata nella Milano dei nostri giorni procede serrata verso la conclusione che svelerà molti altarini.

L’attenzione ai dettagli

Patrizia Violi (autrice ben nota a chi ci segue, sia perché abbiamo già recensito altre sue opere, sia perché ha pubblicato con noi un racconto natalizio e, infine, perché è una collaboratrice di GraphoMania) è brava, a mio avviso, con i dialoghi, il che rende la lettura del romanzo veramente piacevole. Siano essi lunghi o solo uno scambio di battute, riescono a far entrare il lettore nelle dinamiche dei protagonisti.

Inoltre è acuta nel disseminare qua e là elementi marginali, diciamo così, che però poi contribuiscono a rendere reale quanto narra. Si prenda, per esempio, il cruelty free appena accennato all’inizio come ricordo di un pony dell’infanzia della protagonista e poi ripreso lungo il romanzo per finire a essere un elemento chiave dell’attività di Elena. O le battute estemporanee che fotografano i nostri tempi (una cliente in libreria che interrompe un discorso importante perché cerca l’ultimo libro di Fabio Volo, per dirne una).

L’amore è una bugia, a volte. Ma la lettura del romanzo di Patrizia Violi è, senza dubbio, un vero piacere.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)