Un articolo a caso


Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano, a cura di Assunta Di Sante e Simona Turriziani

 
Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano, di Assunta Di Sante e Simona Turriziani
Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano, di Assunta Di Sante e Simona Turriziani
Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano, di Assunta Di Sante e Simona Turriziani

 
Scheda del libro
 

Autore: Assunta Di Sante - Simona Turriziani (curatrici)
 
Titolo: Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano. Artiste, artigiane e imprenditrici dal XVI al XIX secolo
 
Casa editrice: Il formichiere
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788894805062
 
Pagine: 267
 
Formato: cartaceo
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
4/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Utile, senza dubbio


In sintesi

«Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano» è un saggio, curato da Assunta Di Sante e Simona Turriziani, che indaga un aspetto poco noto della storia.

0
pubblicatolunedì, 15 gennaio 2018 da

 
La nostra recensione
 
 
Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano, di Assunta Di Sante e Simona Turriziani

Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano, a cura di Assunta Di Sante e Simona Turriziani

Nel leggere Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano mi sono tornate in mente le Domande di un lettore operaio, poesia di Bertolt Brecht. «Chi costruì Tebe dalle Sette Porte? / Dentro i libri ci sono i nomi dei re. / I re hanno trascinato quei blocchi di pietra?». Mutatis mutandis sono interrogativi che sorgono anche nel rapporto uomo/donna. Possibile che si tramandino solo i nomi di pittori, scultori, architetti e non ci sia stata nemmeno una donna tra le fila di coloro che hanno costruito i grandi monumenti che ancora oggi ammiriamo? Assunta Di Sante e Simona Turriziani indagano questi aspetti nel bel libro Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano, edito da Il Formichiere. Il sottotitolo è Artiste, artigiane e imprenditrici dal XVI al XIX secolo. Si tratta del prosieguo del libro Quando la fabbrica costruì San Pietro, curato sempre da Di Sante e Turriziani e pubblicato nel 2016.

Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano

L’opera, attraverso nove approfondimenti di varie studiose e studiosi, «volge l’attenzione a quelle figure femminili che, nei secoli e a vario titolo, contribuirono con fatica e determinazione alla grandezza della basilica petriana: stampatore, tinozzare, carriettiere, proventiere, fornaciare, cristallare, vetrare, indoratrici, fabricatore di smalti, impegnate in un cantiere ad alta presenza maschile».

Ci troviamo, così, a fare la conoscenza di donne forti e affascinanti, come, per esempio, Paola Blado, stampatora a Campo d’ Fiori, o anche Francesca Bresciani, tagliatrice di lapislazzuli per il tabernacolo di Bernini. E ancora la vetrara Giovanna Jafrate e Luica Barbarossa, intagliatrice di legno, per finire, poi, con Vittoria Pericoli, pittrice «piena di spirito e di coraggio», che per la Fabbrica di San Pietro svolgeva il servizio di fornaciara.

Di ogni personaggio viene tracciato il profilo, calato nel contesto storico e sociale, al fine di capirne meglio la portata e l’opera a cui si sono dedicate, con particolare attenzione al lavoro svolto perché

L’attività delle donne era definita non in base all’essere, ma in base al fare, secondo il modello del cantiere petriano, caleidoscopio vivace e brulicante di vita, animato dalla pulsante energia di generazioni di uomini e donne con storie di vissuti diversi, costellati di tragedia o straordinari successi, ma accomunati dalla solida appartenenza alla Fabbrica, segno certo e distintivo di capacità professionale e di rassicurante solidarietà.

Notevole l’apparato iconografico, con immagini a colori e in bianco e nero e la riproduzione di alcuni documenti.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.


0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)