Un articolo a caso


Marilyn, una meraviglia

 
http://www.youtube.com/watch?v=9K9Py7m-348

 
Scheda del libro
 

Il nostro voto
 
 
 
 
 
/5


Voto degli utenti
5 Voti totali

 


In sintesi

Se c’è un’attrice che più di tutte ha incarnato e continua ancora oggi a incarnare l’icona della bellezza per antonomasia, questa è senza dubbio Marilyn Monroe. Non è un caso quindi che il regista Simon Curtis abbia deciso di girare un film sulla bionda più desiderata. Il film non racconta la vita di Marilyn, ma […]

0
pubblicatomercoledì, 8 agosto 2012 da

 
La nostra recensione
 
 

Se c’è un’attrice che più di tutte ha incarnato e continua ancora oggi a incarnare l’icona della bellezza per antonomasia, questa è senza dubbio Marilyn Monroe. Non è un caso quindi che il regista Simon Curtis abbia deciso di girare un film sulla bionda più desiderata.

Il film non racconta la vita di Marilyn, ma un periodo ben preciso della sua vita. Grazie al giovane, intraprendente Colin Clark, affascinato dall’attrice, ma soprattutto affascinato dal mondo del cinema, tanto da riuscire a diventare terzo assistente alla regia nel film di Sir Lawrence Olivier, lo spettatore viene catapultato nel set del film Il Principe e la ballerina. Nel ruolo dell’attrice principale, che a teatro era stato della moglie di Olivier, Vivien Leigh, c’è Marilyn. La scelta viene fatta da Olivier in persona, nella speranza che l’aiuti a ritrovare un po’ di quella giovinezza ormai perduta. Purtroppo, come dirà lui stesso amaro (nel film interpretato da un sublime Kenneth Branagh) è solo “un morto con gli occhi aperti”.

Michelle Williams, è assolutamente perfetta nei panni di Marilyn. Non è tanto la somiglianza, ma l’essere riuscita a cogliere la donna che si celava dietro al Mito. L’atteggiamento, lo sguardo ingenuo e impaurito, il sentirsi inadeguata rispetto al film e alla vita oltre lo schermo.

Marilyn, film di Simon CurtisSpaventata da tutti, trova nel giovane Colin Clark la sua momentanea ancora di salvezza. Il ragazzo timido e sincero che l’ascolta e… l’ama. Contro tutti, a dispetto dell’allora terzo marito di Marilyn, lo scrittore Arthur Miller interpretato benissimo da Dougray Scott, che non approva la storia tra la moglie e Colin, ma con il beneplacito dello stesso Sir Laurence Olivier, che intuisce quanto sia positiva l’amicizia tra i due, la lavorazione del film Il principe e la ballerina riesce ad arrivare alla conclusione. Il giovane Colin Clark diventerà uno scrittore e da questa esperienza sul set trarrà un libro, Il principe, la ballerina e io.

Un’ultima annotazione. Tra gli interpreti di Marilyn c’è anche una fantastica Judi Dench, che interpreta la madre del principe. La grande attrice sfoggia subito il suo tocco magistrale quando, ancora ai primi ciak, riesce a conquistare l’impaurita e impacciata Marilyn, chiedendole di ripassare assieme le loro battute.

Potrei continuare ancora a lungo a parlare del film e di tutti i suoi bravissimi interpreti, ma non riuscirei a trasmettervi interamente ciò che solo la visione del film può darvi.

Marilyn
regia di Simon Curtis
Gran Bretagna 2011
fotografia: Ben Smithard
montaggio: Adam Recht
musiche: Conrad Pope
produzione: BBC Films, Lipsync Productions, Trademark Films, UK Film Council, The Weinstein Company
distribuzione: Lucky Red
durata: 99 Min
formato: Colore 2.35 : 1




Chiara Perseghin

 

Chiara Perseghin, nata a Padova, vive e lavora a Roma ormai da molti anni. L’amore per la lettura l’ha portata qualche anno fa ad aprire un blog letterario e ora si ritrova a scrivere su vari siti e riviste che parlano di libri. È autrice di diversi racconti pubblicati su antologie collettive. Addetta stampa di alcune case editrici, lavora in Rai da molti anni.



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)