Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Mistero siciliano, di Mario Giordano

 
Mario Giordano, Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi
Mario Giordano, Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi
Mario Giordano, Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi

 
Scheda del libro
 

Autore: Mario Giordano (traduzione di Lucia Ferrantini)
 
Titolo: Mistero sicialiano. Le indagini della zia Poldi
 
Casa editrice: Newton Compton
 
Anno: 2017
 
ISBN: 978-88-227-0417-7
 
Pagine: 320
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
4/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


La figura stessa di zia Poldi e l’ambiente (tanto geografico quanto sociale) in cui si muove sono veramente il top.

Aspetti negativi


Un altro esempio della «tradizione italiana» di sconvolgere i titoli originali delle opere.


In sintesi

«Mistero siciliano» è un giallo dello scrittore tedesco Mario Giordano che crea il personaggio di zia Poldi, una detective amatoriale sopraffina.

0
pubblicatogiovedì, 1 giugno 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Mario Giordano, Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi

Mario Giordano, Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi

Mistero siciliano è il primo titolo delle indagini della zia Poldi, detective a metà tra Miss Marple e Jessica Fletcher. Autore di questo giallo è Mario Giordano (no, non il giornalista italiano, attuale direttore del TG4, ma uno scrittore tedesco – di origini siciliane –, che, tra l’altro è autore anche di libri per ragazzi e sceneggiature) ed è pubblicato in Italia da Newton Compton con la traduzione di Lucia Ferrantini.

Le indagini della zia Poldi

Mistero siciliano, quindi, è il racconto leggero di una detective dilettante di sessant’anni: l’esuberante zia Poldi, una vedova che dalla Baviera si trasferisce nella terra del suo defunto marito, la Sicilia (a Torre Archirafi per la precisione), dove poter bere fino a morirne. Del resto, nulla è più romantico di un gesto simile in riva al mare! Almeno dal punto di vista di una donna tedesca… I suoi propositi vengono, però, sconvolti da un omicidio sulla cui orchestrazione Poldi è convinta di poter far luce, con il risultato, però, di entrare nel novero dei sospettati.

Impossibile non notare quanto l’esuberanza del personaggio femminile scompagini l’ordine del contesto in cui si muove, creandole qualche problema, ma, al tempo stesso, richiamando su di lei tutta l’attenzione del lettore. Per fortuna tutto viene chiarito e la zia è libera di frequentare il Commissario Montana.

La Sicilia di zia Poldi

Zia Poldi ha una vera passione per la Sicilia, per il suo cibo, per la gente, il paesaggio e il gelato. È una Sicilia seducente, luminosa quella che emerge dal libro di Giordano che pare sorvolare sulla presenza incisiva di Cosa Nostra. Il crimine di cui si parla, infatti, non è compiuto da un’organizzazione criminale e questo particolare può essere letto come un tentativo di scardinare un luogo comune – ahimè molto reale – per far affiorare una realtà libera da preconcetti.

«Mistero siciliano», un giallo dal sapore vintage

Parlare di capolavoro è forse azzardato, ma in Mistero siciliano non mancano felici intuizioni e simpatici «siparietti»: si pensi, per esempio, alla storia della creazione della Sicilia. Il fatto poi che Mistero siciliano sia parte di un più vasto progetto editoriale, lascia sperare in ottimi sviluppi.

Un tocco di classe, infine, è dato dalle introduzioni a ogni capitolo, che conferiscono all’opera un vago sapore vintage. Per esempio, l’abstract del capitolo settimo così inizia: «Dove si racconta di zone grigie e delle tre fasi della seduzione». E l’ottavo: «Dove si racconta del Commissario Fortuna e di come, con il suo aiuto, la Poldi riesca a scoprire l’identità di Mister X. La Poldi deve di nuovo mettere da parte l’orgoglio, più volte di seguito, e non è la sola». Affascinante, nevvero?




Natale Fioretto

 
Natale Fioretto è docente di lingua italiana e di traduzione dal russo presso l’Università per Stranieri di Perugia. Si occupa da anni di metodologia dell’insegnamento della lingua italiana come L2. È appassionato di Valdo di Lione e Francesco d’Assisi.








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)