Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Non sono tua madre, una delicata storia di Marianne Dubuc

 
Marianne Dubuc, Non sono tua madre
Marianne Dubuc, Non sono tua madre
Marianne Dubuc, Non sono tua madre

 
Scheda del libro
 

Autore: Marianne Dubuc (traduzione di Paolo Cesari)
 
Titolo: Non sono tua madre
 
Casa editrice: Orecchio Acerbo
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788899064488
 
Pagine: 72
 
Formato: cartaceo
 
Genere: , , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
3.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Curioso, toccante. La creatura in costante crescita è impagabile.

Aspetti negativi


Troppo breve (dal punto di vista di un adulto).


In sintesi

«Non sono tua madre» è un albo scritto e disegnato da Marianne Dubuc: una sorprendente storia su come l’amore possa essere un evento imprevedibile.

0
pubblicatolunedì, 13 marzo 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Marianne Dubuc, Non sono tua madre

Marianne Dubuc, Non sono tua madre

Non sono tua madre, scritto e disegnato da Marianne Dubuc e pubblicato da Orecchio Acerbo con traduzione di Paolo Cesari, è una sorprendente storia su come l’amore possa essere un evento imprevedibile. Lo scoiattolo Otto, infatti, ha una sua vita, molto ben organizzata e sembra esserne soddisfatto. Senonché, un bel mattino, si imbatte in una palla verde spinosa, depositata – o forse capitata – davanti alla sua porta. Dopo un po’, da questa palla sbuca una strana creatura che comincia a chiamarlo mamma.

Otto è uno scoiattolo per bene, ma anche molto geloso della propria intimità, così, dopo aver accolto e nutrito il piccolino, cerca di fargli capire che tra loro non c’è alcun legame. Comincia anche a mettersi a caccia della sua mamma, che probabilmente lo ha smarrito, ma niente. Più lui cerca e recalcitra, più la creatura si affeziona, cresce, ingombra la tana. A otto non resterà che «soccombere» a questo amore (che, tra l’altro, lo salverà persino da un grave pericolo) e al suo intraducibile verso.

Marianne Dubuc, illustratrice canadese di valore, ha al suo attivo numerose pubblicazioni e un sito molto bello su cui curiosare. Con Non sono tua madre ci regala una storia che, certo, forse parla di adozione, ma in me ha suscitato sentimenti diversi. Mi è rimasta dentro per qualche giorno, anche se non faccio certo parte del target per cui è pensata. Più riflettevo sulla palla verde spinosa, più mi venivano in mentre gli incontri fatti nella mia vita.

Ecco, Non sono tua madre non è un libro che parla, non solo almeno, del legame tra un adulto e un cucciolo. È un libro che parla dell’imprevedibilità dell’amore, che si presenta alla tua porta quando meno te lo aspetti. L’amore ti invade, cresce a dismisura, ti costringe a cambiare abitudini, a fare spazio all’altro, a prenderti cura di lui e a lasciare che lui si prenda cura di te.

Insospettabilmente, questa storia può regalare a piccoli e grandi un’illuminata prospettiva sulle nostre preoccupazioni e ansie e su come queste, di fronte alla diversità, alla grandezza, alla sorpresa dell’altro possano e debbano cedere perché in fondo il legame tra due creature, siano esse genitore e figlio biologico, genitore e figlio adottivo, amici, compagni, sposi, non può che sconvolgere in meglio la nostra vita. Consigliatissimo.




Mariantonietta Barbara

 
Autrice per il web, scrittrice, editor. Ha collaborato con diverse testate nazionali di nanopublishing. Si è occupata di blogging e web strategy per piccole aziende. Leggere, scrivere e perdersi nelle serie tv sono le sue grandi passioni.








Potrebbe interessarti anche…

0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)