Un articolo a caso


Rex, di Giulio Massobrio

 
Giulio Massobrio, Rex
Giulio Massobrio, Rex
Giulio Massobrio, Rex

 
Scheda del libro
 

Autore: Giulio Massobrio
 
Titolo: Rex
 
Casa editrice: Bompiani
 
Anno: 2015
 
ISBN: 9788845278501
 
Pagine: 538
 
Formato: cartaceo
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
4/5


Voto degli utenti
6 Voti totali

 

Aspetti positivi


Serrato il ritmo, efficace l’intreccio, ben descritti i personaggi e le ambientazioni, una trama che avvince e che regala un buon thriller dai toni gialli. Interessante il periodo storico, affrontato con grande precisione.

Aspetti negativi


Impegnato al meglio nel ritmo e nell’intreccio, spesso l’autore trascura di approfondire emozioni, sensazioni, stati d’animo dei protagonisti, con una voce narrante che li osserva e li racconta quasi con distacco.


In sintesi

Può una pergamena di età romana decidere le sorti della seconda guerra mondiale? Giulio Massobrio in Rex dà vita a una fulminante “caccia al tesoro”.

0
pubblicatovenerdì, 3 luglio 2015 da

 
La nostra recensione
 
 

Giulio Massobrio, RexRex di Giulio Massobrio, scrittore affermato e appassionato di storia, fa parte della sestina di libri per il Premio Bancarella 2015.

Edito da Bompiani, Rex è il frutto di una accurata ricerca e di anni di lavoro, così come dimostra anche la bibliografia presente alla fine del romanzo; lo stesso autore ha raccontato in più interviste l’appassionante fatica compiuta per creare questo nuovo romanzo, che narra una sorta di caccia al tesoro piena di ritmo, con gli ingredienti giusti per costruire un ottimo thriller dai toni gialli: spionaggio, morte, segreti, fughe, inseguimenti, agguati, con un occhio di riguardo all’amore per l’arte e un’ottima descrizione del periodo storico.

Siamo nel 1938, in compagnia di Nancy, una giovane archeologa americana, bella e appassionata di opere d’arte. Durante le sue ricerche, sempre assetata di nuovo e di tesori da scoprire, incappa in un’antica pergamena di grande valore, disegnata ai tempi degli antichi romani. L’avventura parte da questo incredibile ritrovamento, che fa gola anche ai nazisti poiché quel “pezzo di carta” potrebbe aiutare gli alleati a vincere la seconda guerra mondiale! Insomma, un intreccio ricco e dal ritmo serrato che vede più personaggi motivati – ognuno a modo suo, nel bene o nel male – a impossessarsi del documento o a far sì che non cada nelle mani sbagliate. Nancy, incapperà nell’agente segreto Martin, o in Hans, uomo del Reich, ma tanti altri sono i protagonisti di questo romanzo, tutti più che necessari a renderlo ricco di colpi di scena; tuttavia, degno di nota è il Rex, splendido e imponente transatlantico, in fondo “personaggio” principale della storia, con i suoi saloni, gli eleganti passeggeri della sala giocatori, i ponti battuti dal vento e frequentati da chi vuole ammirare le evoluzioni dei delfini; e poi le spie a bordo, i segreti ben custoditi, sparizioni improvvise, nascondigli a prova di ficcanaso, piacere della navigazione o mal di mare, con la nave che rolla e beccheggia inducendo tutti a sfuggire alla morsa della nausea chiudendosi in cabina, e lasciando incustoditi corridoi nei quali di tutto può accadere.

Ben descritta ogni ambientazione, anche quando si mette piede nella terraferma, dove scoprirete una Genova gotica, una Trieste intrigante, e strade, vicoli, palazzi…

Rex è, dunque, un romanzo ben costruito, di una trama avvincente che non prevede cali di tensione o fasi di stallo, tuttavia si evidenzia uno stile forse un po’ freddo, descrittivo e pieno d’azione ma privo di forti coinvolgimenti emotivi. Impegnato al meglio nel ritmo e nell’intreccio, spesso l’autore trascura di approfondire emozioni, sensazioni, stati d’animo dei protagonisti, con una voce narrante che li osserva e li racconta quasi con distacco. Un esempio fra diversi, può essere il capitolo intitolato “La sedia elettrica”, ma vi sono altri passaggi, altri brani che evidenziano la stessa imperturbabilità.

Dopo la lettura di questo Rex, vi consigliamo di non trascurare la nota storica, che troverete dopo la parola fine, a completare il tutto con spiegazioni sui personaggi e sui luoghi in cui essi si muovono.




Susanna Trossero

 

Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)