Un articolo a caso


Russian Roulette, di Lilith Di Rosa

 
Lilith Di Rosa, Russian Roulette
Lilith Di Rosa, Russian Roulette
Lilith Di Rosa, Russian Roulette

 
Scheda del libro
 

Autore: Lilith Di Rosa
 
Titolo: Russian Roulette
 
Casa editrice: Bompiani
 
Anno: 2015
 
ISBN: 9788845278976
 
Pagine: 142
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
5/5


Voto degli utenti
76 Voti totali

 

Aspetti positivi


La sincerità cruda, la potenza di una verità scomoda abilmente raccontata, il coraggio di esporsi e raccontarsi attraverso una scrittura che può lenire il momento vissuto ma che trasferisce il male di vivere in chi legge.

Aspetti negativi


Non è un romanzo adatto a chi cerca letture leggere e rilassanti, o per chi non ama le scritture emotive, quelle che disturbano o scuotono le coscienze.


In sintesi

“Russian roulette” è il titolo del romanzo Lilith Di Rosa, autore che abbiamo conosciuto nel programma tv Masterpiece e che ha scritto un testo intenso.

4
pubblicatovenerdì, 5 giugno 2015 da

 
La nostra recensione
 
 

Lilith Di Rosa, Russian RouletteRussian roulette, edito da Bompiani, rappresenta l’esordio dell’autore Lilith Di Rosa, il quale entra a far parte del mondo della narrativa con un romanzo autobiografico (o forse un’autobiografia romanzata) che non lascia di certo indifferenti e che rappresenta un viaggio interiore riversato sulle pagine di un diario intimo, privato, che coraggiosamente Lilith ha dato “in pasto” ai lettori.

In fuga da Roma dopo un amore finito, sebbene infinito nell’amaro ricordo, il protagonista di Russian Roulette spera di riprendere possesso di se stesso altrove, ovvero ad Amsterdam: una vita diversa, un quotidiano da reinventare, un lavoro, forse nuove amicizie, strade e case prive di ricordi che fanno male. “Passare inosservato, essere un’illusione, non proferire verbo, annientarmi, ridurre al minimo i contatti, leggere, scrivere, evitare di celebrare i bisogni primari come piaceri, mangiare, bere, solo come carburante.”

L’impatto con la realtà è del tutto differente: il ragazzo è un cumulo di inquietudini, di introspezioni severe e dannose che lo seguono fedeli anche in Olanda, e lo conducono verso qualunque cosa lenisca il suo male di vivere, o almeno che prometta di farlo: donne interessanti e altre scomode, delle quali dimenticare anche il nome, serate di autolesionismi mentali, letti di fortuna, il fisico che tradisce, e poi lei, la droga, compagna di sventura che lo abbraccia con finto senso materno, ma… “Quello che l’eroina mi ha dato, l’immunità dalla fatica, dalla schiavitù dei desideri, dal freddo, dal caldo, ora lo pretende indietro.”

Alla ricerca di sé ma in fuga da sé, si muoverà contraddittorio tra ostelli, stanze occupate abusivamente, appoggi provvisori, verità celate ad altri e bugie da raccontare a una famiglia da proteggere, in un precipitare che non prevede atterraggi di fortuna, accompagnato da una nemica intelligenza e lucidità intellettuale.

Il diario, sconvolgente come la verità vera, possiede una grande dignità letteraria vuoi per la sincerità scomoda di cui è impregnato, vuoi per affascinati sfumature e persuasive associazioni di parole, aggettivi, metafore, frasi suggestive e introspezioni.

La fatica di prendersi le proprie colpe, come una pallottola esplosa che corre, lascia una scia nella memoria, ricordi, persone, fantasmi. Proviamo a imbrogliarci con un plurale vigliacco che ci illude di non essere soli.

Dopo aver letto Russian roulette, comprendiamo meglio la ragione che ha spinto i giudici di Masterpiece a selezionarlo tra quindicimila manoscritti: un diario che graffia lo stomaco, una storia che lo contrae, una narrazione serrata che non offre sconti a chi legge, uno scrittore che sa sporcarsi le mani. Se volete conoscerlo meglio vi rimandiamo alle due interviste che gli abbiamo fatto: la prima quando è uscito dal talent televisivo, la seconda quando ha presentato il suo libro a Roma.




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.


  1.  

    Da tempo seguiamo Lilith, da prima della sua partecipazione al talent letterario Masterpiece, abbiamo avuto il piacere di essere tra i primi ad aver letto il romanzo, e devo ammettere che ci entusiasmò subito per la sua crudezza, la sincerità, per la sua carica emotiva ma soprattutto per l’originalità.




  2.  
    Lilith Di Rosa

    Susanna la tua recensione mi ha ipnotizzato, mi lusinga, mi commuove, mi toglie il fiato. Una recensione scritta da una scrittrice che sembra avere vissuto le stesse sensazioni di quando scrivevo il libro. Grazie per avermi sempre sostenuto, grazie per le belle parole, grazie per l’affetto che mi dimostri.




    •  
      susanna

      Vedi Lilith, il talento è la capacità di trasmettere emozioni, di suscitare una reazione emotiva in chi legge. Se io, nella mia recensione, sono davvero stata in grado di comprendere ciò che tu hai vissuto, significa che ho percepito emozioni e disagi da te così ben raccontati. E questo grazie al tuo talento che – fin dalle prime tue prove di scrittura sostenute in tv – si evidenziava. Continua a scrivere!





Di' la tua!


(richiesto)