Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Le «Canzoni ritrovate» di Gianni Togni

 
Gianni Togni, Canzoni ritrovate - 1977
Gianni Togni, Canzoni ritrovate - 1977
Gianni Togni, Canzoni ritrovate - 1977

 
Scheda
 

Autore: Gianni Togni
 
Titolo: Canzoni ritrovate - 1977
 
Etichetta: Acquarello
 
Anno: 2016
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 
3.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Un buon disco di musica Pop, che rivela il primo Gianni Togni, prima del grande successo di Luna

Aspetti negativi


Il sound del disco può non piacere al pubblico più giovane, vista l’età del progetto originario


In sintesi

«Canzoni ritrovate – 1977»: un’efficace istantanea della musica di Gianni Togni prima che giungesse al meritato successo.

0
pubblicatovenerdì, 13 gennaio 2017 da

 
La nostra recensione
 
 
Gianni Togni, Canzoni ritrovate - 1977

Gianni Togni, Canzoni ritrovate – 1977

Gianni Togni è un artista a sé nel panorama musicale di casa nostra: giunto al grande successo nell’ormai lontano 1980 con il brano Luna (un vero e proprio tormentone quell’anno, per chi come il sottoscritto lo ricorda bene, per averlo… subito innumerevoli volte), ha conquistato negli anni una posizione di tutto rispetto nel cuore dei suoi affezionati estimatori.

Artista di grande talento e coraggioso sperimentatore di differenti linguaggi musicali, ha inciso a oggi oltre una dozzina di album, incontrando quasi sempre un buon riscontro di critica e pubblico.

A partire dagli anni ’90 si è anche dedicato alla scrittura di musical: ricordo con piacere l’eccellente Hollywood, Hollywood del 1998 con l’amico Massimo Ranieri.

Eppure, complice anche una certa sua innata modestia, quasi una sorta di ritrosia nel mostrarsi, il suo nome e il suo volto circolano meno di quanto ti aspetteresti da un artista «arrivato». O meglio, non tanto quanto altri suoi colleghi, più assidui frequentatori dei media, soprattutto televisivi.

Ma torniamo agli inizi di carriera. Dopo l’LP d’esordio per la prestigiosa RCA, datato 1975, Togni l’anno seguente diviene supporter dei Pooh, ed è nel 1977 che incide a Milano, con la produzione guardacaso di Red Canzian (bassista dei Pooh, come credo anche le pietre sappiano), il suo secondo album. La casa discografica è la Produttori Associati, e si tratta di un lavoro di indubbia qualità: in diversi brani suonano musicisti d’alto livello, come Tullio De Piscopo, Claudio Fabi, Gigi Cappellotto, Claudio Pascoli e ovviamente Dodi Battaglia (il chitarrista «monstre» dei Pooh), riconoscibilissimo almeno nelle tracce 5, 7 e 10. I credits precisi, brano per brano, mancano e lo stesso Togni non è riuscito a reperirli, ma non sarà difficile riconoscere il contributo dei vari artisti, credetemi.

Come a volte accade nel turbolento mondo della canzone, l’etichetta fallisce e il disco, ancora senza copertina né titolo, svanisce nel nulla. Grande è la delusione del giovane Togni, che oltretutto negli anni a seguire perde di vista cinque canzoni mancanti all’originale copia master del 1977.

A distanza di molti anni però, nel 2016, Gianni s’imbatte in vecchie cassette audio che contengono proprio i brani mancanti. Seguirà un paziente e delicato lavoro di restauro del materiale, che verrà recuperato con cura “filologica”, senza praticarvi cioè ritocchi o sovraincisioni. Il disco scomparso vede così finalmente la luce a quarant’anni di distanza, il 25 novembre 2016, con il titolo Canzoni Ritrovate – 1977.

Che dire? Non è soltanto un disco per incalliti collezionisti o fan irriducibili di Togni, ma un’efficace istantanea della musica di quest’artista prima che giungesse al meritato successo.

Un album niente male, insomma. Fateci un pensierino, se vi piace la musica italiana di qualità, sia pure un poco datata negli arrangiamenti.

Tracklist di «Canzoni ritrovate – 1977»

  1. Ma tu non ci sei più
  2. È con amore che ti parlo
  3. Quattro meno venti
  4. Solo una domanda
  5. Tra queste storie
  6. Acquarello
  7. Facciamone un altro di amore
  8. La vecchia strada
  9. Solo non sarai
  10. Amarmi od odiarmi
  11. Stasera se vuoi
  12. Cerco una storia tra noi due
  13. Lascia che chiami







Potrebbe interessarti anche…

Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma.Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.


0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)