Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


San Benedetto da Norcia, abate, patrono d’Europa

 
San Benedetto, abate
San Benedetto, abate
San Benedetto, abate

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Benedetto da Norcia
 
Data della ricorrenza: 11 luglio
 
Periodo: circa 480 - 547
 
Patronato: Europa, monaci, architetti, ingegneri, speleologi
 
Iconografia: cocolla, libro della Regola, pastorale
 
Grado della celebrazione: festa
 
Titolo:
 

Preghiera


O Dio, che hai scelto san Benedetto abate e lo hai costituito maestro di coloro che dedicano la vita al tuo servizio, concedi anche a noi di non anteporre nulla all’amore del Cristo e di correre con cuore libero e ardente nella via dei tuoi precetti.


In sintesi

11 luglio: santo del giorno è san Benedetto, abate, padre del monachesimo occidentale e dichiarato patrono d’Europa da papa Paolo VI.

1
pubblicatolunedì, 11 luglio 2016 da

 
Il santo del giorno
 
 
San Benedetto, abate

San Benedetto, abate

San Benedetto da Norcia è il santo del giorno 11 luglio. San Benedetto è il patrono d’Europa: fu papa Paolo VI a proclamarlo tale il 24 ottobre 1964. È anche patrono dei monaci, degli architetti, degli ingegneri e degli speleologi.

San Benedetto, patriarca del monachesimo occidentale, nacque a Norcia, in Umbria, verso il 480 e morì a Montecassino il 21 marzo 547.

Dopo un periodo di solitudine presso il sacro Speco di Subiaco, nei pressi di Roma, passò alla forma cenobitica prima a Subiaco, poi a Montecassino.

La sua Regola, che riassume la tradizione monastica orientale adattandola con saggezza e discrezione al mondo latino, apre una via nuova alla civiltà europea dopo il declino di quella romana. In questa scuola di servizio del Signore hanno un ruolo determinante la lettura meditata della parola di Dio e la lode liturgica, alternata con i ritmi del lavoro in un clima intenso di carità fraterna e di servizio reciproco.

Nel solco di san Benedetto sorsero nel continente europeo e nelle isole centri di preghiera, di cultura, di promozione umana, di ospitalità per i poveri e i pellegrini.

La sua memoria, a causa della Quaresima, è stata trasferita dalla data tradizionale del 21 marzo, ritenuto il giorno della sua morte, all’11 luglio, giorno in cui fin dall’alto Medioevo in alcuni luoghi si faceva un particolare ricordo del santo.

Di lui scrive il Martirologio Romano: «Memoria di san Benedetto, abate, che, nato a Norcia in Umbria ed educato a Roma, iniziò a condurre vita eremitica nella regione di Subiaco, raccogliendo intorno a sé molti discepoli; spostatosi poi a Cassino, fondò qui il celebre monastero e scrisse la regola, che tanto si diffuse in ogni lugo da meritargli il titolo di patriarca dei monaci in Occidente. Si ritiene sia morto il 21 marzo».

Foto | By Annicari (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons




Agiografo

 








Potrebbe interessarti anche…

  1.  
    Elios Zaupa

    Onore dunque a san Benedetto, nel giorno della sua festa solenne! A lui e alla sua Regola, massimo esempio di equilibrio e discrezione, dovrebbero ispirarci i governanti di quella Europa le cui radici religiose, economiche e sociali sono sostanzialmente benedettine!

    Elios Z. ( oblato secolare O.S.B. )





Di' la tua!


(richiesto)