Un articolo a caso


Patrick Modiano e il tè nel Sachet Cristal

 
Patrick Modiano
Patrick Modiano
Patrick Modiano

 
Il libro e il te
 

Titolo libro: Un pedigree
 
Autore: Patrick Modiano (traduzione di Irene Babboni)
 
Tè (o infuso): Tè Dammann Frères
 
Genere:
 
Voto libro
 
 
 
 
 


 
Voto tè
 
 
 
 
 


 
Punteggio totale
 
 
 
 
 
4/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Una storia vera raccontata con così tanti dettagli da farci camminare tra le strade di Parigi.

Aspetti negativi


Difficile parlare in negativo di un Nobel. Ecco, se faccio riferimento solo ai miei gusti, non amo i romanzi ambientati in periodi storici recenti.


In sintesi

Il Sachet Cristal è un filtro per non pressare troppo le foglie di tè: procuratevene uno e usatelo per il tè che poi berrete leggendo Patrick Modiano.

0
pubblicatosabato, 11 ottobre 2014 da

 
Il nostro abbinamento
 
 
Patrick Modiano

Patrick Modiano durante la conferenza stampa del 9 ottobre 2014, dopo aver saputo di aver vinto il Nobel per la letteratura 2014

Così, mi tocca leggere almeno uno dei libri di Patrick Modiano, nonostante non sia una che insegue i premi per scoprire nuovi scrittori. Il fatto è che stavolta, come molte persone, l’assegnazione del premio Nobel alla letteratura mi ha vista perplessa e basita. Modiano, come molti sanno, non era tra i papabili e non aveva neanche un gruppo di detrattori che lo rendevano noto ai più. Modiano è comparso a sorpresa e se volete approfondire le motivazioni del Nobel e avere qualche dettaglio in più sulla sua vita vi rimando a un post di Roberto Russo.

Nei suoi romanzi, ho scoperto, racconta principalmente dell’occupazione francese durante la seconda guerra mondiale e affronta temi delicati legati alla guerra, alla solitudine, al razzismo.

Per cominciare a conoscerlo vi consiglio lo stesso libro da cui partirò io ovvero Un pedigree, edito da Einaudi, in cui l’autore ripercorre la storia dei suoi genitori e ce la fa rivivere con una descrizione minuziosa di Parigi. Come leggo sul sito della casa editrice:

Sono tessere di una vita sempre vissuta dall’esterno, osservata e lasciata fluire, stralci di una Parigi-labirinto ossessivamente ricostruita nella sua esattezza topografica e ricchezza di dettagli. Ma mentre gli spazi urbani vengono meticolosamente nominati: caffè, negozi, bistrot, cinema, ristoranti, garage, quartieri, piazze, nelle strade della città si muovono solo ombre del passato.

Per quanto riguarda il tè da abbinare al libro, sono andata a curiosare in rete per scoprire se esiste una particolare qualità francese di tè (oggi questo post è dedicato tutto alla scoperta di nuovi autori e nuovi sapori). Ho trovato nell’ordine che: i francesi hanno portato il consumo di tè dai salotti alle sale da tè1)Marta Stella, “Bere un tè in boutique con Damman Frères”, Marie Claire, 20 marzo 2014; che esistono sale di proprietà dei più famosi produttori di tè come la Dammann Frères; che la stessa Dammann Frères è diventata celebre per aver brevettato un particolare tipo di filtro, il Sachet Cristal2)Damman Frères. La cultura del tè, che consente alle foglie di non essere eccessivamente pressate e di mantenere intatte le proprietà del tè sfuso.

Quindi, quale tè abbinare al romanzo di Modiano? Per prima cosa cercate una sala da tè nella vostra città, poi scegliete un tè aromatizzato sfuso o in filtri, come dire, non convenzionali, infine abbinatelo ai famosi biscotti francesi Madeleine, di proustiana memoria (Modiano viene talvolta paragonato allo stesso Proust). Se proprio non ci sono sale da tè, acquistate online un tè francese e preparate da voi le Madeleine et voilà, il gioco è fatto!

Note   [ + ]

1.Marta Stella, “Bere un tè in boutique con Damman Frères”, Marie Claire, 20 marzo 2014
2.Damman Frères. La cultura del tè



Giulia Greco

 

Giulia Greco scrive da sempre, ma pubblica da poco. Passa il tempo libero leggendo, curiosando nei musei, passeggiando, seguendo le serie tv. Non dice molto di sé, ma si è lasciata convincere ad aprire un blog e a trovarsi un posticino nei social. Collabora felicemente con Lazy Book e Graphe.it.



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)