Un articolo a caso


Albina o il popolo dei cani di Jodorowsky con la Raging bitch del birrificio Flying Dog

 
Albina o il popolo dei cani di Jodorowsky con la Raging bitch del birrificio Flying Dog
Albina o il popolo dei cani di Jodorowsky con la Raging bitch del birrificio Flying Dog
Albina o il popolo dei cani di Jodorowsky con la Raging bitch del birrificio Flying Dog

 
Il libro e il vino
 

Titolo libro: Albina o il popolo dei cani
 
Autore: Alejandro Jodorowski (traduzione di Gina Maneri)
 
Nome vino: Raging bitch – birrificio Flying Dog
 
Genere: ,
 
Voto libro
 
 
 
 
 


 
Voto vino
 
 
 
 
 


 
Punteggio totale
 
 
 
 
 
4/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Il libro è scorrevole, intrigante e favoloso, non molto lungo. Lo svolgere del racconto non lascia spazio a critiche, almeno per quel che riguarda il mio gusto di lettrice. La birra è buona, di facile beva e dalla struttura importante, profumata e perfetta in abbinamento.

Aspetti negativi


Questo caleidoscopico racconto è sconsigliabile a un pubblico giovane e/o ingenuo. Evitate questa birra se siete voi a guidare, va giù molto bene ma ha un valore alcolico importante. Il prezzo è sempre una piccola pecca di queste birre di importazione.


In sintesi

Il nostro abbinamento è tra la Raging bitch del birrificio Flying Dog e il libro Albina o il popolo dei cani di Alejandro Jodorowski.

0
pubblicatosabato, 16 aprile 2016 da

 
Il nostro abbinamento
 
 
Alejandro Jodorowsky, Albina o il popolo dei cani

Alejandro Jodorowsky, Albina o il popolo dei cani

In Albina o il popolo dei cani lo scrittore Alejandro Jodorowsky ci presenta una storia in cui tutto si trasforma e dove anche lo statico è di fatto mutevole. La Jaiba, detta il granchio, accoglie con sé la giunonica e smemorata Albina, donna dalla bellezza procace, e la fa esibire in balli provocanti nell’improvvisato locale in cui vengono servite misture alcoliche dagli effetti devastanti. Il successo delle due donne attira l’attenzione di un corrotto poliziotto, che le minaccia per avere in cambio favori sessuali da Albina. La Jaiba e Albina riescono tuttavia a liberarsene e fuggono in un paesino dove gli abitanti sono immortali, ma apatici. Lì, la deforme Jaiba incontra un nano che perde la testa per lei. Nel frattempo Albina, durante le notti di luna piena, inizia a trasformarsi in cagna in calore e si accoppia con tutti i cani che incontra. Intanto tra la Jaiba e il nano Amado inizia a sbocciare un sentimento e provano ad aiutare Albina: i tre intraprendono un viaggio difficile, durante il quale Albina riacquista pian piano la memoria della sua vita precedente. In tutto questo il poliziotto, umiliato e furioso per il trattamento ricevuto, si mette all’inseguimento delle due donne.

Il racconto Albina o il popolo dei cani si fa sempre più serrato con la Jaiba che si trasforma e prende coscienza del suo nuovo aspetto e Albina che diventa una dea meno carne e ossa e… No, non posso svelarvi tutto il racconto che è denso di immagini, descrizioni, sentimenti, contrasti, prosa e poesia.

Albina o il popolo dei cani di Jodorowsky con la Raging bitch del birrificio Flying DogAlbina o il popolo dei cani
è un libro indicato per un pubblico post adolescenziale per immagini descrittive e contenuti importanti. E quale migliore birra abbinarvi se non quella prodotta dal birrificio statunitense Flying Dog?

La Raging bitch o “cagna furiosa” direi che fa proprio al caso nostro; il nome le ha valso l’esclusione alla commercializzazione nello stato del Michigan, USA. Lo stile è Belgian-style IPA. I luppoli scelti sono: Warriors, Columbus e Amarillo, il lievito impiegato è El Diablo, i malti utilizzati sono 60L e Caramel. La birra che se ne ricava ha una duplice anima: da un lato quella dolce e morbida data dai malti, dall’altro in contrapposizione giocano i luppoli che ne contrastano la rotondità, e rendono più agevoli gli 8,3% gradi che spostano la lancetta dell’equilibrio su note più amaricanti. Alle note agrumate e di frutti più maturi ed esotici si affiancano note speziate che rendono possibili abbinamenti con cibi decisi come il wasabi e il cioccolato fondente.

Ovviamente parliamo di un birrificio artigianale. Questa birra non è stagionale, se ne può quindi godere durante tutto l’anno, ed è fin troppo facile da bere. Tutte le etichette disegnate del Flying Dog sono piccoli capolavori. Il prezzo di una bottiglia da 33 cl si aggira intorno agli euro 6,5 circa.

Oltre al nome, che fa riferimento alla trasformazione di Albina in cagna, anche l’etichetta della birra si abbina perfettamente alle immagini descritte da Jodorowsky e, non ultimo, cromaticamente simili i colori della copertina del libro e dell’etichetta della birra, senza dimenticarci del nome del birrificio.




Anais Vin

 

Sono nata a Roma nell’anno del titolo di un celebre libro di Orwell. Normalmente vivo qui, ma mi sposto di frequente. Leggo molto e bevo altrettanto. Amo la buona compagnia, il cibo, viaggiare e la musica. Anais Vin è lo pseudonimo che utilizzo per questa rubrica; il mio vero nome è Alessia Cattarin.



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)