Un articolo a caso


“L’amour gourmet” e lo Sfursat 5 stelle

 
L'amour gourmet e lo Sfursat 5 stelle
L'amour gourmet e lo Sfursat 5 stelle
L'amour gourmet e lo Sfursat 5 stelle

 
Il libro e il vino
 

Titolo libro: L’amour gourmet
 
Autore: Erica Arosio e Giorgio Maimone
 
Nome vino: Sfursat 5 stelle
 
Genere:
 
Voto libro
 
 
 
 
 


 
Voto vino
 
 
 
 
 


 
Punteggio totale
 
 
 
 
 
3.5/5


Voto degli utenti
4 Voti totali

 

Aspetti positivi


È un libro per buongustai, le descrizioni degli ambienti e delle cene, più o meno romantiche, coinvolgono chi legge e diventano quasi una delizia per il palato. Lo Sfursat cinque stelle più che un vino è un gioiello.

Aspetti negativi


L’elenco dei locali e delle mode dell’epoca a volte è un po’ eccessivo. Lo Sfursat a cinque stelle è, purtroppo, un vino molto costoso.


In sintesi

Sette storie d’amore si intrecciano fra i tavoli dei ristoranti più famosi nella Milano del 1983. Un ritratto fra cibo, moda e vezzi di quegli anni ormai lontani.

0
pubblicatosabato, 28 febbraio 2015 da

 
Il nostro abbinamento
 
 

L'amour gourmet e lo Sfursat 5 stelleL’amour gourmet (Mondadori Electa) di Erica Arosio e Giorgio Maimone descrive con grande minuzia di particolari la Milano dei primi anni’80. La città che era appena uscita dagli anni di piombo e si stava trasformando nella Milano da bere, dove era scoppiato il fenomeno delle tv commerciali, nella moda trionfava internazionalmente il made in Italy e nascevano le prime grosse agenzie pubblicitarie. Giravano molti soldi, nell’aria c’era rampantismo e ottimismo (alimentato anche dalle piste di cocaina). Si andava molto a cena fuori, nei ristoranti giusti, quelli degli chef stellati che stavano diventando famosissimi.

La vicenda di questo libro parte proprio qui, da un girotondo di storie d’amore, spiate da un critico gastronomico che, per lavoro, è sempre al ristorante. E per contrastare la solitudine, osserva e ascolta le conversazioni dei vicini di tavolo.

Con uno stile ironico, asciutto e coinvolgente, Erica Arosio e Giorgio Maimone catapultano il lettore negli anni’80, senza sbagliare un colpo: dalla moda alla musica, passando per le ricette cult dell’epoca. Un ritorno al passato nitidissimo per i meno giovani e un’imperdibile fotografia per chi, a quei tempi, era ancora bambino.

Sfursat 5 stelle

L'amour gourmet e lo Sfursat 5 stelleAbbiamo scelto questo vino perché si abbina benissimo al concetto di alta ristorazione, che ha visto la nascita proprio negli anni raccontati da L’amour gourmet, ma soprattutto perché questa qualità di Sfursat, o Sforzato italianizzando il nome, è stato creato per la prima volta proprio nel 1983.

È un vino molto prezioso, un passito che viene prodotto nelle vigne terrazzate della Valtellina, a circa 450 metri sul livello del mare, in particolare nel territorio fra Tirano e Sondrio. Al 90% le uve sono Nebbiolo, che in questo caso vengono denominate Chiavvenasche, e la loro lavorazione è laboriosa e particolare. Dopo la vendemmia l’uva viene lasciata essiccare per alcuni mesi e poi il vino prodotto posto in piccole botti di rovere per sedici mesi, una volta imbottigliato deve affinarsi per altri sei mesi e solo dopo tutto questo tempo può essere commercializzato.

Vale la pena aspettare perché il gusto dello Sfursat 5 stelle è incredibile, fruttato e speziato, con un tocco mentolato. Il colore è rubino intenso e la vera particolarità di questo prezioso passito è essere secco.

Un vino da abbinare a carne, legumi e formaggi, oltre che naturalmente ai tipici piatti valtellinesi come bresaola e pizzoccheri. Unica nota dolente, il prezzo: dai cinquanta ai cento euro a bottiglia.




Patrizia Violi

 

Patrizia Violi è laureata in giurisprudenza, vive a Milano dove fa la giornalista, occupandosi di attualità, psicologia e costume. È sposata e ha due figlie: dalla sua esperienza famigliare è nato il blog extramamma.net. Ha scritto il romanzo “Una mamma da URL” (Baldini & Castoldi). Per Emma Books ha pubblicato “Love.com” e “Affari d’amore”.



0 Comments



Non ci sono ancora commenti! Rompi tu il ghiaccio!


Di' la tua!


(richiesto)