Notifiche Facebook Messenger


 
 
Un articolo a caso


Q di Luther Blissett e il vino Hérzu Langhe Riesling

 
L’abbinamento di «Q» di Luther Blissett con il vino Hèrzu Langhe Riesling
L’abbinamento di «Q» di Luther Blissett con il vino Hèrzu Langhe Riesling
L’abbinamento di «Q» di Luther Blissett con il vino Hèrzu Langhe Riesling

 
Il libro e il vino
 

Titolo libro: Q
 
Autore: Luther Blisset
 
Nome vino: Hérzu Langhe Riesling
 
Genere:
 
Voto libro
 
 
 
 
 


 
Voto vino
 
 
 
 
 


 
Punteggio totale
 
 
 
 
 
4.5/5


Voto degli utenti
Non ci sono ancora voti.

 

Aspetti positivi


Leggendo «Q» si rivive in prima persona quello che deve essere stato un momento storico delicato e cruento, fatto di religione e spionaggio. Vino subito buono.

Aspetti negativi


La prima parte del romanzo mi è sembrata un po’ lenta e visto la mole del libro potrebbe scoraggiare il lettore. Nulla da dire sul vino.


In sintesi

«Q» è un romanzo del collettivo Luther Blissett che ha avuto un enorme successo. Noi lo abbiniamo al vino Hérzu Langhe Riesling.

1
pubblicatosabato, 3 giugno 2017 da

 
Il nostro abbinamento
 
 
Luther Blisset, Q

Luther Blisset, Q

Questa volta non so se parlarvi prima del collettivo Luther Blissett (da cui è nato Wu-Ming), o del lungo romanzo storico Q. Attanagliata dalla paura di tediarvi, cercherò di essere concisa sulla fitta trama di questo straordinario romanzo che percorre l’epopea creatasi dopo l’affissione da parte di Lutero delle sue novantacinque tesi.

Con un flashback veniamo catapultati a Frankenhausen. Il protagonista, ormai in là con gli anni, risiede a Costantinopoli e ricorda, rileggendo il diario di quello che nel corso degli avvenimenti sarebbe stato il suo oscuro nemico, le proprie vite passate. Un’incredibile vita fra lanzichenecchi, riforma luterana, presa di coscienza degli anabattisti che rivendicano la loro autonomia religiosa, oltre alla frode ai danni della banca dei Fugger, la stampa e divulgazione clandestina di un libro (il Beneficio di Cristo) scomunicato dal Concilio di Trento, fino al tentativo ultimo di individuare la talpa che nel corso degli anni ha tramato alle sue spalle favoreggiando il Carafa, che sarebbe poi diventato papa col nome di Paolo IV. Il cerchio si chiude, dopo aver ricordato battaglie, cambi di vita, di identità, di amici, di Paesi, con il nostro protagonista, che si gode il meritato riposo e la piacevolezza dei bagni caldi nell’accogliente Costantinopoli.

Il collettivo Luther Blissett

Il collettivo Luther Blissett nasce con lo scopo di evidenziare la superficialità dei mass-media e pubblica Q nel 1999. Questo romanzo fu candidato al premio Strega, ma gli autori rifiutarono di parteciparvi, annunciando chi sarebbe stato il vincitore di quell’anno e denunciando come tutto fosse già deciso a tavolino. Il successo è stato strepitoso e Q viene tradotto in quattordici lingue. Il collettivo mette a disposizione le proprie opere gratuitamente su internet purché non ci si lucri sopra. La volontà degli autori di non mostrare foto e video che li ritraggano ma di apparire pubblicamente solo nella realtà, è una loro prerogativa. Restano lontani dal mondo mediatico e coltivano invece un rapporto diretto e privilegiato con i loro lettori: infatti sono molto attivi ad incontri, reading, serate ecc…

L’abbinamento di «Q» di Luther Blissett con il vino Hérzu Langhe Riesling

L’abbinamento di «Q» di Luther Blissett con il vino Hèrzu Langhe RieslingL’origine del Riesling italico è ignota. Le prime tracce risalgono a Goethe, 1876, il quale sosteneva essere il vitigno della Champagne Meslier, diffusosi in Germania come Riesling Straniero. Questa notizia non viene avvalorata però da nessuno studio. Qualche similitudine s’è riscontrata con il Greco di cui parlava Columella per la produzione di Falerno. Qualunque ne sia l’origine, in Italia si trova in Veneto, Lombardia, Friuli in Trentino e in Alto Adige e qualche sparuto esemplare sui colli bolognesi. Niente a che vedere quindi col nobile Riesling Renano, ma l’ho scelto per collegarmi alla Germania, paese di produzione di pregiati nettari e nonché luogo fondamentale allo svolgimento di molte delle ambientazioni della prima parte del romanzo. E per avere una liaison con l’Italia, altro paese in cui si svolge la penultima parte della storia.

Il produttore di Langa Ettore Germano ha investito su questo vitigno nel comune di Cigliè (Cuneo), dove il suolo è limoso-calcareo e ha un substrato pietroso che favorisce lo sviluppo della mineralità come componente essenziale del vino che se ne ottiene.

Hérzu fermenta in acciaio e affina sui lieviti per sei mesi. Il residuo zuccherino di 5-6 gr/l rende il vino più morbido e aiuta l’espressività aromatica del vitigno stesso. Quello che se ne ottiene è un vino particolarmente interessante, ricco di sfumature e note intriganti, dall’agrumato al minerale, unendo anche sfumature fruttate più ricche e dolci, ma sempre fresche e croccanti.

Ho scelto questo vino pensando al Riesling tedesco, che nasce in queste valli fredde e nebbiose, luoghi ampiamente descritti in Q, ma la necessità di legarmi al sole italiano mi ha portata a scegliere il Riesling che niente c’entra con quello tedesco.




Anais Vin

 
Sono nata a Roma nell'anno del titolo di un celebre libro di Orwell. Normalmente vivo qui, ma mi sposto di frequente. Leggo molto e bevo altrettanto. Amo la buona compagnia, il cibo, viaggiare e la musica. Anais Vin è lo pseudonimo che utilizzo per questa rubrica; il mio vero nome è Alessia Cattarin.








Potrebbe interessarti anche…

  1.  
    Giovanni

    Ogni articolo un mini corso di vino-letteratura! 🙂 bella recensione Alé





Di' la tua!


(richiesto)